×

Nuovo dpcm, il 24 febbraio Speranza illustrerà le misure

È terminato il vertice tra Mario Draghi e il Cts in cui si sono discusse le misure da inserire all'interno del prossimo Dpcm.

dpcm draghi cts
dpcm draghi cts

È terminato, il vertice tra il presidente del Consiglio Mario Draghi e il Cts iniziato alle ore 19 di martedì 23 febbraio in cui si è discusso delle misure da inserire all’interno del prossimo Dpcm del governo, che dovrà entrare in vigore a partire dal prossimo 6 marzo.

In particolare sarebbero state analizzate le varie contromisure da adottare per contrastare la diffusione delle varianti del coronavirus sul territorio nazionale. È attesa inoltre per il 24 febbraio la relazione da parte del Ministro della Salute Roberto Speranza nel quale verranno illustrate le nuove misure alla Camera dei Deputati e al Senato.

Miozzo: “Serve linea della prudenza”

Il Presidente del comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo ha evidenziato come nel corso della riunione non si sia parlato di riaperture.

Non abbiamo parlato di riaperture, se ne parlerà in un’altra occasione. Venerdì ci sarà una nuova fotografia della situazione, poi vedremo”, ha dichiarato il Presidente del cts. Miozzo ha inoltre precisato prima di entrare a Palazzo Chigi come sia importante non abbassare la guardia mantenendo “la linea della prudenza”.

Sul Premier Draghi, rispondendo ai giornalisti Miozzo ha dichiarato: “Draghi non è aperturista o rigorista, ascolta e ci ha ascoltati con attenzione” rendendo inoltre che: “Abbiamo rappresentato al presidente Draghi i dati e i numeri dal punto di vista scientifico noi siamo prudenti, ma non abbiamo descritto una situazione di catastrofe imminente”.

Nuovo Dpcm, vertice tra Draghi e Cts

Come già anticipato dagli organi di stampa, il Comitato tecnico scientifico si è già riunito nel pomeriggio per esprimere le proprie valutazioni sui quesiti posti dal governo. In serata avrebbe illustrato le suddette valutazioni al presidente del Consiglio e ai ministri presenti, le quali sarebbero state poi discusse per essere poi inserite all’interno del testo del futuro decreto. Per la giornata di mercoledì 24 alle ore 17 è stata invece fissata la relazione alla Camera del ministro della Salute Roberto Speranza.

Sempre per la giornata del 24 febbraio il Cts si riunirà inoltre per valutare i protocolli di sicurezza che sono stati messi a punto dalle associazioni di categoria e dal ministero della Cultura in vista dell’eventuale riapertura di cinema, teatri e sale da concerto. Si tratta di un protocollo firmato attualmente da 45 diverse associazioni e che prevede una riprese delle attività culturali per la prossima primavera. La data ipotizzata al momento dagli esperti è quella del 6 aprile.

Interventi analoghi quelli annunciati anche dal ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli, che nelle ultime ore ha dichiarato che: “Attraverso il Cts stiamo lavorando a protocollo per consentire alla ristorazione la ripartenza”.

Contents.media
Ultima ora