×

Quarta ondata Covid, Crisanti: “In Italia arriveremo a 100mila contagi e 100 morti al giorno”

Andrea Crisanti, microbiologo dell'Università di Padova, ha lanciato l'allarme. Secondo il virologo l'Italia arriverà a 100mila contagi.

Andrea Crisanti

Andrea Crisanti, microbiologo dell’Università di Padova, ha lanciato l’allarme. Secondo il virologo l’Italia arriverà a 100mila contagi e sarà la quarta ondata Covid. L’anticipazione dell’esperto su quello che accadrà.

Quarta ondata Covid: le parole di Crisanti

La quarta ondata Covid sta per arrivare anche in Italia, con 100mila contagi e 100 morti al giorno. Questa è la convinzione di Andrea Crisanti, microbiologo dell’Università di Padova. “Un’anticipazione di quello che succederà in Italia è scritto nel grafico dell’Inghilterra che è passata, nel giro di 40 giorni, da mille casi a 50 mila e da 2-3 decessi al giorno a 50. Considerando anche il fatto che il tasso di protezione della popolazione italiana è più basso di quello inglese, non è che ci vuole un’arte divinatoria per capire quello che succederà in Italia.

Se non faranno qualcosa i contagi continueranno ad aumentare arrivando probabilmente a 100 mila al giorno con 100 morti” ha spiegato il virologo ad ‘Agorà Estate’ su Rai3. “Con questo numero di casi, senza vaccino, l’Inghilterra avrebbe tranquillamente 700-800 morti al giorno. E comunque, se i casi in Inghilterra aumenteranno ancora, come probabilmente aumenteranno, avranno 100 morti al giorno” ha aggiunto l’esperto.

Quarta ondata Covid: green pass e la situazione in Inghilterra

Andrea Crisanti ha dichiarato che il Green passè uno strumento che facilita la vita delle persone e le attività ricreative, ma non blocca la trasmissione“. Per bloccare la trasmissione del virus, come sottolineato dal virologo, si ha bisogno di un sistema di tracciamento e di potenziare la capacità di fare tamponi. Bloccare la trasmissione del virusè fondamentale per impedire di trovarci a ottobre/novembre nella stessa situazione dello scorso anno“, ha spiegato Crisanti.

Il virologo ha spiegato che quello che sta accadendo in Inghilterra potrebbe essere un’anticipazione di quanto succederà in Italia, tenendo anche conto che la protezione della popolazione italiana è più bassa rispetto a quello inglese. “L’Inghilterra è passata da 2-3 morti a 50 morti al giorno e da 500 ricoveri a 2.500, in aumento” ha aggiunto Andrea Crisanti, che ha sottolineato che se non fosse per il vaccino i morti sarebbero molti di più.

Quarta ondata Covid: “Il green pass non blocca il virus”

Il Green Pass è uno strumento che facilita la vita delle persone e le attività ricreative, ma non blocca la trasmissione” ha dichiarato Andrea Crisanti, che ha voluto sottolineare che il virus non si blocca con il Green Pass, ma con un sistema di tracciamento e un aumento della capacità di fare i tamponi. L’allarme lanciato dal virologo riguarda la possibilità di trovarci questo inverno nella stessa situazione dello scorso anno e di vedere la situazione peggiorare come sta accadendo in Inghilterra.

Contents.media
Ultima ora