×

Ragazza morta dopo il vaccino, per i genitori: “Non aveva malattie ereditarie”

Secondo i genitori della 18enne deceduta dopo il vaccino anti Covid la ragazza non avrebbe avuto malattie ereditarie che hanno provocato la trombosi.

ragazza morta vaccino

Non avrebbe avuto alcuna malattia ereditaria Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni morta lo scorso 10 giugno per una trombosi dopo aver ricevuto il vaccino anti Covid. Lo affermano i genitori della giovane tramite il loro legale, che interpellato dai giornalisti afferma: “I genitori di Camilla confidano nel rispetto del loro dolore e della loro privacy.

[…] La ragazza non aveva alcuna malattia ereditaria”. L’avvocato ha poi aggiunto che al momento non esiste alcun comunicato ufficiale della famiglia.

Ragazza morta dopo il vaccino, per i genitori: “Non aveva malattie ereditarie”

Le affermazioni dei genitori della ragazza si scontrano dunque con l’ipotesi della piastrinopenia autoimmune, la malattia che era stata ipotizzata dagli esperti per spiegare la trombosi che aveva colpito la ragazza successivamente alla somministrazione del vaccino lo scorso 25 maggio.

Quando venne ricoverata all’ospedale di Lavagna nella giornata del 3 giugno infatti, i medici segnalarono nella cartella clinica alla voce “anamnesi patologica remota” che la giovane presentava cisti ovariche e piastrinopenia autoimmune familiare. Mentre nell’anamnesi patologica prossima vennero segnati i due farmaci assunti per curare le cisti.

Ragazza morta dopo il vaccino, sequestrato il foglio anamnestico

Nel frattempo I carabinieri del Nas hanno notificato ieri all’Asl 4 un ordine di esibizione e sequestro del certificato anamnestico compilato dalla ragazza. Il documento, che si trova al momento sotto sequestro negli uffici dell’Asl 4, verrà consegnato agli inquirenti lunedì prossimo. Secondo alle informazioni apprese la procura è intenzionata a verificare se nel foglio anamnestico sia stata segnalata la piastrinopenia ereditaria citata anche nei documenti già in possesso degli inquirenti o l’assunzione di farmaci a base ormonale.

Ragazza morta dopo il vaccino, martedì verrà eseguita l’autopsia

Nella giornata di martedì prossimo i magistrati daranno l’incarico per l’esecuzione dell’autopsia, che verrà effettuata dal medico legale Luca Tajana e dall’ematologo Franco Piovella.

Nel commentare l’accaduto, il direttore sanitario della Asl 4 Francesco Orlandini ha dichiarato: “Siamo sconvolti per quanto è accaduto, ma anche sereni nei confronti dell’impegno e dell’attenzione che mostrano quotidianamente i medici vaccinatori che a questa situazione di allarme che si è generata stanno rispondendo con perizia e competenza”.

Contents.media
Ultima ora