Il rimedio più adatto ed efficace contro la stempiatura
Il rimedio più adatto ed efficace contro la stempiatura
Wellness

Il rimedio più adatto ed efficace contro la stempiatura

stempiatura
JUDE LAW

Vi vedete allo specchio sempre più stempiati e non sapete cosa fare? Niente paura! Ecco il rimedio più adatto ed efficace contro la stempiatura.

Una delle paure più comuni tra gli uomini è sicuramente quella di perdere i capelli. La stempiatura è una patologia del cuoio capelluto che può creare profonde insicurezze riguardanti il proprio aspetto estetico, e di conseguenza una considerevole perdita di autostima.

Stempiatura fisiologica

Per molti uomini, avere tanti capelli è sinonimo di un buon stato di salute fisica. Nel momento in cui l’uomo inizia a perdere i capelli inizia ad attraversare una fase di insicurezza che può addirittura sfociare in uno stato di depressione. Possiamo dire che un progressivo spostamento del livello dell’attaccatura dei capelli verso l’alto diviene fisiologico a partire da una certa età. Tuttavia molti individui giovani possono notare diradamento in alcune zone della testa. Purtroppo la predisposizione genetica influisce molto sulla progressiva stempiatura.

Perdita capelli cause

Una delle cause che porta al diradamento è sicuramente lo stress. Oltre alla perdita dei capelli, le stempiature portano a disagi psicologici e difficoltà nel rapportarsi e confrontarsi con chi ci circonda.

Un’altra delle cause che porta al diradamento dei capelli maschili è l’eccessiva produzione di sebo, azione legata, solitamente, a problemi ormonali.

La stempiatura è una patologia che comporta una progressiva regressione fronto-temporale e un diradamento all’altezza del vertice. La stempiatura maschile è molto diversa da quella femminile; quest’ultima interessa, in modo uniforme, tutto il resto della superficie del cuoio capelluto. In seguito andremo a vedere i rimedi più efficaci per risolvere la stempiatura.

Stempiatura rimedi

ALIMENTAZIONE: una dieta equilibrata è utile nella prevenzione della perdita di capelli. Per un’alimentazione corretta e bilanciata, si consiglia di assumere legumi, frutta e verdura. Molto importante anche l’assunzione degli Omega 3, contenuti nel pesce azzurro, nello sgombro e nel salmone. Significativa è anche l’assunzione di vitamina B presente nei cereali integrali, nei broccoli e nei cavoli, nelle banane, nei pomodori e nella zucca. Ruolo importante è svolto anche da parte delle vitamine A, C ed E.

CORRETTA IGIENE: utilizzare prodotti aggressivi per il cuoio capelluto può avere conseguenze sulla salute dello stesso, facendo in modo che la ricrescita del capello sia più difficile.

Preferire prodotti senza parabeni, siliconi e sostanze schiumogene molto aggressive, ma con estratti di derivazione naturale, può realmente salvaguardare la condizione della nostra chioma.

SHAMPOO ANTIFUNGINO O ANTIFORFORA: la candida vive sulla pelle grassa, in particolare sul cuoio capelluto e questa patologia è associata alla presenza di testosterone nei follicoli piliferi. Alcune persone colpite da candida, inoltre, sviluppano la forfora: esistono determinate tipologie di shampoo antiforfora che uccidono la candida e prevengono la desquamazione della cute. Utilizzando questi prodotti è possibile ridurre il quantitativo di candida sul cuoio capelluto, così da fronteggiare la perdita di capelli dovuta al testosterone.

STOP AL FUMO!: gli studi dimostrano che chi fuma ha una maggiore tendenza a perdere i capelli, oltre a tutte le altre patologie che esso provoca quindi il consiglio naturale, per il bene di tutto l’organismo è solo uno: Smettete subito di fumare!

Cura per capelli diradati

Passiamo ora a un rimedio che non riguarda il semplice stile di vita, ma un prodotto specifico in grado di migliorare il cuoio capelluto.

Tra i prodotti per la cura dei capelli più famosi ed utilizzati c’è “Folto”, un composto di fibre di cotone che, attaccandosi ai capelli naturali, copre le zone calve. Folto rinfoltirà i tuoi capelli in meno di 30 secondi, anche sono pochi e diradati. Inoltre, ti donerà un look naturale senza che nessuno se ne accorga a meno che non sia tu a dirglielo.

folto
Folto è un prodotto che nasce da un’importante scoperta effettuata in Africa. Nelle aride regioni dell’Africa Settentrionale, infatti, cresce una varietà di cotone chiamata Cotone del Levante. Questa pianta è da secoli utilizzata come medicinale e nella fase della tessitura dai popoli nordafricani. Ha proprietà simili a quelle dei capelli umani. Molte volte la stempiatura può provocare anche stati di depressione, soprattutto nei giovani, che vedono la vecchiaia come un incubo impossibile da cui svegliarsi. Con questo prodotto altamente specifico, è possibile tornare ad avere una capigliatura alla moda e acquisire più fiducia in se stessi.

Folto prezzo

Per acquistare Folto è necessario collegarsi sul sito ufficiale del prodotto dove si potranno trovare moltissime promozioni.

Dopo essere entrati nel sito ufficiale basterà effettuare la registrazione e successivamente ordinare il prodotto. Il prodotto verrà pagato alla consegna in contrassegno. L’affidabilità del sito e la consegna immediata del prodotto, affidata al corriere che consegnerà il pacchetto in un sacchetto anonimo, costituiscono il marchio di forza e una garanzia assicurata per il cliente.

Diradamento

Quando parliamo del diradamento intendiamo quella patologia strettamente connessa all’alopecia Androgenetica. L’Alopecia Androgenetica, conosciuta di più come “Calvizie” è una tipologia di perdita di capelli dovuta ad una suscettibilità del follicolo pilifero ad una miniaturizzazione di tipo androgenetico.

Alopecia androgenetica

L’Alopecia Androgenetica, è un’affezione del sistema scalpo-capelli che colpisce da sempre molti milioni di persone in tutto il mondo, a prescindere dall’etnia e dall’età. È una perdita dei peli corporei che può colpire ogni zona del corpo, di conseguenza anche il cuoio capelluto. Questa patologia è la tipologia di calvizie più comune e interessa il 70% degli uomini e il 40% delle donne.

Alopecia androgenetica cause

Andiamo a vedere ora le cause principali che possono provocare questa patologia:

  • ALOPECIA ANDROGENETICA O CALVIZIE EREDITARIA COMUNE: colpisce in prevalenza l’uomo, ma come abbiamo detto non solamente. Essa progredisce gradualmente fino alla miniaturizzazione dei capelli del paziente.
  • CAUSE FARMACOLOGICHE: esistono diversi farmaci o terapie che possono provocare la temporanea perdita dei capelli. Una delle terapie che fa perdere momentaneamente i capelli è sicuramente la chemioterapia.
  • CAUSE PSICOLOGICHE: l’esposizione a lunghi periodi di stress possono essere la causa di diradamenti più o meno intensi del cuoio capelluto. In genere la cessazione del fattore stressogeno coincide con una ripresa dalla crescita dei capelli. La prima e più efficace cura, dunque, è recuperare serenità ed una buona qualità di vita.
  • CAUSE ORMONALI: provocano un diradamento dei capelli che è legato a disfunzioni ipofisarie, tiroidee o altro. In tutta franchezza, il quadro di squilibrio metabolico connesso a tali problemi è così serio, che il problema di perdita dei capelli è quasi sempre di secondo piano, data la severità dei sintomi e delle sofferenze dovute a tali squilibri fisiologici.
  • SQUILIBRI ALIMENTARI: in genere contribuiscono, molto spesso in maniera determinante, in molti fenomeni di diradamento dei capelli. Ma non si pensi che si stia parlando solo di anoressia. I disordini alimentari possono riguardare anche l’eccessivo consumo di alcol.

Trapianto capelli

Quando parliamo di “Trapianto di capelli” intendiamo un intervento che consiste nel prelievo delle unità follicolari dalla zona donatrice e nel loro successivo reimpianto nella zona “ricevente”, cioè nell’area del cuoio capelluto che necessita del rinfoltimento. L’operazione deve essere effettuata da un’equipe medica con esperienza. Le tecniche più utilizzate per il trapianto dei capelli sono la FUE e la FUT. Il costo dell’operazione parte dai 2.490 euro.

Tecniche utilizzate

Scopriamo nello specifico le tecniche più utilizzate:

    • TECNICA FUE (Follicolar Unit Extraction): il trapianto follicolare monobulbare FUE è una tecnica più recente. Prevede l’estrazione di unità follicolari. Si procede estraendo, uno alla volta, i bulbi pilifero dal cuoio capelluto della zona occipitale, mediante un microbisturi a punta cava con un diametro di circa 1 mm. Gli innesti ottenuti vengono impiantati nella zona che deve essere rinfoltita.
    • TECNICA FUT (Follicolar Unit Transplantation): prevede l’escissione di una losanga prelevata chirurgicamente, mediante incisione dalla nuca, e contenente un numero elevato di unità follicolari. Questa tecnica richiede l’impiego di punti di sutura nella zona occipitale e lascia una cicatrice lineare visibile. La porzione prelevata a sua volta necessita di un ulteriore lavoro di sezionamento per riuscire ad ottenere le singole unità follicolari da impiantare nella zona ricevente.

Il trapianto di capelli offre ottimi risultati estetici, ma non sempre è la soluzione ideale. Rinfoltire la chioma significa, per molti uomini, risolvere un problema di carattere puramente estetico.

Taglio capelli uomo stempiato

In seguito a questa tanto temuta stempiatura, molti uomini possono anche decidere di risolvere il problema semplicemente cambiando look. Vediamo quindi, quali sono i tagli migliori per un uomo stempiato, cosi accettare in parte il difetto e valorizzarlo al meglio.

Taglio corto

Questo taglio è la soluzione ideale per chi è stempiato o non ha più la chioma folta di una volta. Perfino nel caso di Jude Law si vede che i capelli sono piuttosto radi, specie in cima e che la stempiatura non è regolare. Il taglio più adatto è molto corto (ma non rasato), con qualche ciuffetto da sparare in fuori, effetto “casual”. I due livelli di lunghezza danno movimento e nascondono sia la stempiatura irregolare, sia i capelli radi.

Taglio corto sui lati

Per chi ha la giusta dose di carisma e uno stile di vita da “rockstar”, un ottimo taglio per nascondere la stempiatura è quello tipico di Adam Levine, il cantante dei Maroon 5 (o di Sting). Capelli corti ai lati e più lunghi sulla testa, con il ciuffo pettinato all’insù. Due prerogative sono essenziali per ottenere un risultato impeccabile. Bisogna infatti avere il ciuffo ancora folto e i capelli non troppo crespi o ricci.

Taglio corto per capelli ricci

E’ lo stesso taglio illustrato precedentemente, ma in versione ricciuta. L’attore Matthew McConaughey, ad esempio, è sempre stato un ricciolone. Tuttavia da quando deve fare i conti con la stempiatura e il diradamento, ha trovato in questo taglio corto il giusto compromesso. Con i capelli un po’ più lunghi in cima e i ricci addomesticati da un buon gel, questo taglio può essere la soluzione adatta per aggirare le conseguenze della stempiatura.

Taglio rasato

Spesso chi mal sopporta la propria stempiatura, prova disperatamente a camuffarla. Talvolta si ricorre a ciuffi simil-frange che è meglio lasciare ai modelli under 30. Meglio allora adottare un taglio drastico, rasato più o meno a pelle, come talvolta fa lo stesso Adam Levine. L’unica indicazione è avere una testa di forma regolare e senza troppe cicatrici.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Eleonora Cattaneo 589 Articoli
Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, gli animali, l'arte, il cinema e i viaggi.