> > "Rowan Atkinson è morto": fake news con virus

"Rowan Atkinson è morto": fake news con virus

rowan atkinson

La notizia della morte dell'interprete di Mr. Bean è falsa ed è inoltre un vero e proprio raggiro per gli utenti del web.

Rowan Atkinson, l’attore che ha interpretato Mr.

Bean, non è morto ma il tuo computer potrebbe esserlo se hai cliccato il link con la fake news”, scrive il sito web di Global News. Il portale fa riferimento alla truffa architettata ai danni di utenti del web che cercano, in buona fede, notizie sul presunto decesso di uno dei comici più popolari del Regno Unito. Cliccando sul link, il computer viene infettato da un virus.

Fake news con virus

Rowan Atkinson è un celebre attore, comico e produttore britannico. Nato nel 1955, è popolare per aver interpretato Mr. Bean, nella serie televisiva trasmessa in duecento Paesi, e l’agente Johnny English nell’omonima trilogia cinematografica. Pochi giorni fa è circolata la notizia- falsa- della sua morte. La voce si diffonde in modo incredibilmente veloce, soprattutto sui social network. La fake news diventa in breve tempo virale, ma nasconde altro. Non è solo un’infelice trovata di pessimo gusto ma è, di fatto, una truffa.

Secondo quanto è stato appurato da Chronicle Live, il raggiro è stato ideato nel 2017 e messo in circolazione in questo periodo. Il procedimento- da non seguire- è questo: compare un link, in cui si annuncia il decesso del celebre attore inglese- che invece sta bene-, che rimanda a un video. Il filmato viene presentato come un tributo ad Atkinson realizzato da Fox Breaking News. Non è assolutamente opportuno cercare di visionarlo, hanno avvisato gli esperti.

L’allerta è opportuna, perché non si apre alcun video bensì si dà l’opportunità a un virus di aver libero accesso al proprio computer. Secondo quanto riferito da Global News, gli utenti sono indirizzati a una falsa pagina di sicurezza che propone di contattare un numero telefonico; verrà richiesto, a chiunque chiami, di fornire informazioni sulla propria carta di credito per acquistare un programma antivirus efficace, che in realtà è quello che infetta completamente il computer.

Secondo McAfee, società che si occupa di sicurezza informatica, la presunta morte di personaggi famosi viene utilizzata di frequente per trasmettere malware.

Il caso precedente

Non è la prima volta che il nome del comico inglese viene associato a una fake news con un virus. Nel luglio del 2016 viene diffusa la notizia che Rowan Atkinson, all’epoca 61enne, si sarebbe suicidato. Innumerevoli i messaggi di cordoglio e i fan cercano di scoprire qualcosa di più sulla morte del comico, cliccando su un link. Vi sono già diversi errori che dovrebbero far pensare a una notizia decisamente falsa, riporta Il Sussidiario. Ad esempio la data di nascita di Atkinson, che è il 1955 e non il 1995. Riferisce sempre il quotidiano online che, accedendo al link, si viene reindirizzati verso un altro sito web, in cui è richiesta la password d’accesso al profilo Facebook, o è necessario compilare un questionario prima di proseguire. Insomma si cercano informazioni personali. E, se l’utente non è particolarmente accorto, le si ottengono.