×

Sanremo 2018: tutte le novità introdotte da Claudio Baglioni

Claudio Baglioni sbarca sul palco dell'Ariston e ripropone un ritorno al passato stile Baudo. Non ci saranno eliminazioni, né serate cover, la musica sarà davvero al centro del prossimo Festival di Sanremo

Claudio Baglioni

Il suo nome alla conduzione del prossimo Festival di Sanremo, diciamo la verità, non se lo aspettava davvero nessuno. Eppure in molti gioiscono che sia proprio lui, Claudio Baglioni, a prendere in mano il timone della kermesse canora. Il cantautore romano ha già annunciato le piccole, grandi rivoluzioni che vedremo sul palco dell’Ariston. Quella che forse in pochi si aspettavano è che non ci saranno eliminazioni. “Non ci sarà come nelle edizioni precedenti quella pratica un po’ violenta del dover mandare a casa qualcuno. Tutti i partecipanti, sia i giovani che i big, cominceranno il Festival e lo finiranno” ha affermato il cantante. Baglioni ha inoltre rivelato che, prima di accettare, aveva rifiutato il ruolo di conduttore per ben tre volte. Alla quarta ha detto sì.

Il fatto che come ‘timoniere’ di Sanremo sia stato scelto un artista che ha fatto la storia della musica italiana significa che la musica sarà ancora di più al centro della prestigiosa manifestazione. Mentre sono ancora incerti i nomi di coloro che affiancheranno Claudio. Si erano fatti i nomi di Miriam Leone, Ilaria D’Amico e Sabrina Ferilli. Ancora, però, non è stato risolto l’arcano. La Ferilli ha calcato già una volta, parecchi anni fa, il celebre palco, in coppia con la bionda Valeria Mazza.

Abolita anche la serata cover

Claudio Baglioni

Quello che Baglioni sta cercando di fare è di riproporre il Festival nella sua accezione più classica. Oltre ad aver ‘eliminato l’eliminazione’, il futuro conduttore ha pure eliminata la serata Cover. “Chi lavora da tanto tempo a un progetto, a una canzone, abbia dignità e diritto di riproporre quel suo brano, questa volta con altri artisti, musicisti o altri cantanti, in forma di duetto, di trio, in forma di performance aggiuntiva, magari riarrangiato in forma diversa” ha dichiarato al Tg 1 Baglioni. L’artista ci tiene, però, a precisare che il suo sarà un ruolo dietro le quinte, soprattutto da direttore artistico più che da conduttore. “Conduttore no, conducente sì. Perché il Festival lo condurrò fino a quel punto, poi dipenderà un po’ dalla squadra.

Il mio lavoro è già tantissimo, perché significa fare e decidere molti degli aspetti del Festival. Praticamente tutti, dalla scenografia alla linea editoriale, ai contenuti, al significato generale di questo Festival, che vedrà la musica al centro, visto che hanno voluto dopo ben tre miei ‘no’ un musicista e cantautore alla guida” ha spiegato Claudio.

Si ritorna ai tempi di Pippo Baudo

Claudio Baglioni

Impossibile non pensare che questa sorta di ‘ritorno al passato’ voluto da Baglioni ricordi molto l’era di Pippo Baudo. Il Pippo nazionale ha all’attivo il maggior numero di conduzioni del Festival. Nel 2005, edizione condotta da Paolo Bonolis, fu introdotto il meccanismo dell’eliminazione. E nel 2010 fu la volta della serata Cover. A questo punto verrebbe da pensare che forse un altro cavallo di battaglia di casa Baudo potrebbe essere reintrodotto. Ovvero le due vallette, una rigorosamente bionda, l’altra mora. Da diversi anni, però, si fa il nome della bella ex Miss Italia Miriam Leone. Lei, rossa con gli occhi verdi, sarebbe senz’altro perfetta nell’affiancare il cantante. Ma la corsa alla ‘valletta 2018’ è ancora lunga. Molti altri nomi verranno fatti e molti altri verranno smentiti. L’importante è che quest’anno davvero, come ha promesso Baglioni, la musica sia la sola e unica vera protagonista della kermesse. E per il resto, buon Festival di Sanremo a tutti!


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche