Sanremo, Lo Stato Sociale attacca X Factor e i Maneskin
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Sanremo, Lo Stato Sociale attacca X Factor e i Maneskin
Lifestyle

Sanremo, Lo Stato Sociale attacca X Factor e i Maneskin

La band
Lo Stato Sociale

La band di Sanremo Lo Stato Sociale ha attaccato il talent show X Factor e la band dei Maneskin, vincitrice dell’ultima edizione nel dicembre scorso.

E’ scontro tra Lo Stato Sociale, la band-collettivo bolognese che sarebbe trai favoriti per la vittoria della 68° edizione del Festival di Sanremo con la canzone “Una vita in vacanza”, dedicata all’attuale problematica del lavoro, ed X Factor . Il gruppo in gara al Festival della Canzone Italiana iniziato ieri sera, ha anche criticato, attraverso le pagine della rivista “Chi”, la band rock lanciata dall’ultima edizione del talent show di Sky Italia, quella dei Maneskin – ovvero i romani Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Heart ed Ethan Torchio -.

Le dichiarazioni sul programma

Lo studio

I membri de Lo Stato Sociale – ovvero Alberto Cazzola, Alberto Guidetti, Enrico Roberto e Francesco Draicchio – hanno affermato che X Factor offre un “modello educativo” sbagliato, dove “il talento viene svilito per lo spettacolo” premiando il “bel canto” – intendendo con questa definizione belle voci e belle canzoni ma senza impegno – e “i fregni”, cioè i cantanti di bell’aspetto – come in effetti è ritenuto il front-man dei Maskin, Damiano, con il suo aspetto da “dannato” –.

Lo scopo di questa logica, ha proseguito Lo Stato Sociale, sarebbe solo quello di “macinare soldi”, mentre a suo avviso “il lavoro artistico, il valore e la preparazione” passerebbero “in secondo piano”.

La stoccata all’altra band

Band di X Factor

Poi Lo Stato Sociale ha attaccato il gruppo dei Maneskin, che dopo la vittoria ad X Factor sono diventati un vero e proprio fenomeno, conquistando non solo i ragazzi ma anche un pubblico più adulto. Il collettivo ha polemizzato con una punta di ironia sul fatto che dei cantanti non possano realizzare un tour pagato su palchi prestigiosi con solo “sei canzoni”, nemmeno se sono all’inizio di carriera. Anche la band sanremese ha cominciato con sei brani, ma l’ha fatto esibendosi “gratis portando le casse da casa”. Invece il percorso che stanno facendo i Maneskin sembra troppo da “successo facile” – insomma hanno rilanciato la solita accusa che viene mossa ai talent show -, con il rischio che abbiano “detto tutto” in poco tempo.

I Maneskin risponderanno alle accuse dei colleghi? Staremo a vedere.

L’anziana ballerina della performance

L'anziana ballerina

Intanto sia Lo Stato Sociale sia band di X Factor si godono il proprio successo. Per il gruppo in gara a Sanremo carta fortunata è stata anche la ballerina 83enne Paddy Jones – all’anagrafe Sarah Patricia Jones -, vincitrice nel 2009 del talent spagnolo Tu sì que vales – che ha dato il nome alla trasmissione condotta da Belen Rodriguez -, ex partecipante a Britain’s got talent ed ospite alla versione italiana di Tu sì que vales, dove Maria De Filippi l’aveva definita “un inno alla vita”. Sempre con lo stesso partner, il ballerino Nicolàs (Nico) Espinosa, 43 anni, suo ex maestro di danza, Paddy si era esibita anche a Ballando con le stelle e tuttora detiene il record come ballerina acrobatica di salsa più anziana del mondo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche