×

Instagram riesuma i like, gli influencer impongono la marcia indietro

Dopo appena un mese dal ufficializzazione della modifica, Instagram ha deciso di reintegrare la possibilità di vedere i like sotto le immagini.

instagram-like-influencer

Instagram ha deciso di fare marcia indietro su una delle sue più discusse modifiche avvenute di recente e gradualmente sta reintroducendo il sistema di conteggio dei like sotto i post. La decisione è per ora limitata soltanto sulla versione desktop del social network, ma in futuro è molto probabile che i like torneranno ad essere visibili anche via smartphone: cioè la piattaforma maggiormente utilizzata dagli utenti Instagram. La scelta di eliminare i like era stata presa in maniera ufficiale lo scorso settembre dopo alcuni test di prova, ma in poco tempo aveva scatenato le vive proteste degli influencer e delle attività commerciali.

Instagram, ritornano i like grazie agli influencer

La decisione di eliminare la visibilità dei like sotto le immagini era stata presa da Instagram in modo a scongiurare che le interazioni sui social network divenissero una competizione a colpi di reaction, focalizzando gli utenti più sul contenuto dell’immagine che sulle sue interazioni.

La mossa dell’azienda aveva però gettato nel panico migliaia di influencer, che in questo modo non avrebbero potuto più dimostrare ai propri fan la loro effettiva popolarità.

Sul piede di guerra erano inoltre scese anche molte attività commerciali, che con la nuova mossa di Instagram avrebbero avuto notevoli difficoltà ad ottenere riscontro dalle loro campagne social. La decisione di oscurare i like era stata resa ufficiale a settembre, ma i test erano partiti da regioni come l’Australia già qualche mese prima.

L’eliminazione del filtro chirurgia plastica

Il ritorno dei like non è però l’unica novità giunta in questi giorni dal popolare social network. Negli scorso giorni infatti, Instagram aveva annunciato di voler eliminare il discusso filtro che simulava gli effetti della chirurgia plastica sul proprio volto. Il filtro Plastica, utilizzato da circa 200 milioni di utenti al mondo, permetteva di vedere il proprio viso con un naso più ristretto, zigomi più alti e labbra più gonfie, ma è stato accusato da molti di aumentare l’insicurezza delle persone nei confronti della percezione proprio aspetto, accentuando i casi di dismorfofobia.


Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche