×

Indagine morte Maradona, previsto test tossicologico

Previsto test tossicologico per l'Indagine sulla morte di Diego Armando Maradona.

Indagine morte Maradona tossicologico

Mentre il mondo del calcio piange la morte di Diego Armando Maradona, la Procura di San Isidro ha avviato un’indagine per cercare di ricostruire cosa sia successo nelle ultime ore di vita del Pibe de Oro. Il suo avvocato nei giorni scorsi aveva lanciato una forte offensiva, lamentando il fatto che il suo assistito fosse stato lasciato da solo e privo di attenzioni per ben 12 ore, un lasso di tempo molto ampio viste le sue condizioni.

Lo scorso 12 novembre era stato infatti dimesso dall’ospedale dopo un intervento al cervello dovuto ad un edema che necessitava di essere rimosso. La novità in tema d’indagine riguarda la decisione di fare ricorso ad un test tossicologico per rilevare se nel sangue o nelle urine di Maradona vi fossero tracce di stupefacenti o alcol .

Indagine morte Maradona, si farà un tossicologico

Per quello che fin qui è emerso, Diego Armando Maradona è morto mercoledì 25 novembre a causa di un edema polmonare acuto secondario rispetto a un’insufficienza cardiaca cronica. La polizia scientifica ha affermato che il decesso possa essere avvenuto tra le 10 e le 12 stando a quella che era la temperatura al momento dell’analisi effettuata sulla salma. In sede di autopsia sarebbero poi stati prelevati campioni di sangue e urine per poter effettuare il test tossicologico già accennato in precedenza.

Ad accorgersi per primi della morte di Maradona erano stati l’infermiera che lo assisteva durante la fase di convalescenza del primo intervento, il nipote Jhonny Esposito, e l’assistente personale dell’argentino Maxi Pomargo. Sono stati tutti ascoltati dalle forze dell’ordine e l’opinione concorde è che al momento del suo ritrovamento Maradona fosse già morto e a nulla sarebbero valsi anche i tentativi di primo soccorso messi in atto dai tre in attesa dell’arrivo dell’ambulanza.

Contents.media
Ultima ora