Terremoto a Ischia: il precedente di Casamicciola del 1883 | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Terremoto a Ischia: il precedente di Casamicciola del 1883
Cronaca

Terremoto a Ischia: il precedente di Casamicciola del 1883

Casamicciola

Il terremoto che ha devastato ieri Ischia ricorda quello che nel 1883 distrusse Casamicciola. All'epoca dell'accaduto ci furono 2.313 morti e 762 feriti.

Il terremoto di magnitudo 4 che nella serata di ieri ha colpito l’isola di Ischia, ha fatto emergere analoghi casi precedenti, in particolare quello di Casamicciola del 1883. Allora il bilancio delle vittime fu pesante e ci furono 2.313; 762 invece i feriti.

Cosa è successo a Casamicciola nel 1883

Anche nel lontano 1883, quando un forte terremoto colpì Casamicciola, era una calda sera d’estate. La località venne letteralmente distrutta e rasa a suolo da un terremoto devastante. Il fatto risale al 21 Luglio, quando attorno alle 21.30 circa la terrà tremò e colpì Casamicciola, Lacco Ameno e Forio. Secondo quanto riportato, la scossa distruttiva durò 13 secondi e fu valutata del X grado della Scala Mercalli, calcolata successivamente del 5,8 della Richter.

Il bilancio delle vittime fu molto grave. I morti in totale furono 2.313, di cui la maggior parte a Casamicciola (1.784), Lacco Ameno (146) e Forio (345); altre vittime a Barano (10) e Serrara Fontana (28).

Per quanto riguarda invece il numero dei feriti, se ne contarono complessivamente 762. A Casamicciola, nello specifico, all’epoca dell’accaduto contava circa 4.300 abitanti, la maggior parte delle abitazioni crollò (79,9%), le rimanenti furono danneggiate (19,9%), una sola restò illesa.

A causa della sua violenza e forza devastante, il terremoto che distrusse Casamicciola entrò in locuzioni come “Qui succede Casamicciola”, come per dire che succede un putiferio. Anche Benedetto Croce finì sotto le macerie e tra le vittime del terremoto vi furono anche i genitori e la sorella del filosofo, il quale, allora diciassettenne, fu fortunatamente estratto vivo dalle macerie.

Per quanto riguarda invece il terremoto di ieri, va analizzata anche la complessa storia geologica dell’isola, la quale si basa su una serie di eruzioni vulcaniche che si sono protratte con il passare degli anni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche