×

Torino, 90enne senza soldi, in lacrime e digiuna: i poliziotti le comprano il suo piatto preferito

Torino, 90enne senza soldi, in lacrime e digiuna da 12 ore: i poliziotti la accompagnano a casa e le comprano vivande e il suo piatto preferito

I poliziotto fanno la psesa per una 90enne di Torino

Torino e il cuore immenso della polizia, con una 90enne senza soldi, in lacrime e digiuna da 12 ore a cui gli agenti comprano il suo piatto preferito: un bel pollo arrosto con patate. Arriva dal caoluogo piemontese l’ultima storia che mette assieme miseria e solidarietà, dove la prima non dovrebbe esistere e la seconda per fortuna esiste.

Esiste ed abita nei cuori di quei quattro agenti di polizia che nel quartiere Cenisia hanno notato un’anziana che vagava in lacrime per strada.

Digiuna e in lacrime, i poliziotti le comprano il piatto preferito: aveva il frigo vuoto

La donna, risultata poi avere 90 anni, ha detto ai poliziotti di non aver toccato cibo nelle ultime 12 ore. Gli agenti l’hanno accompagnata a casa ed hanno contemplato col cuore stretto quello sguardo smarrito mentre la vecchina raccontava loro di quel frigo vuoto e dei soldi che non aveva.

E’ stato a quel punto che i poliziotti del Commissariato San Donato hanno capito quel che andava fatto: non porre domande ma dare risposte, e la riposta da dare a quella donna era una sola. L’hanno caricata in auto, accompagnata a casa e le hanno comprato il pranzo del giorno più una scorta di cibo per i prossimi giorni. A volte gli anziani sono soli ed hanno bisogno di compagnia, altre sono poveri ed hanno bisogno di mangiare.

Poco male: in Italia ci sono bizzeffe di divise con grossi cuori a battere sotto le bandoliere.

Digiuna e in lacrime, i poliziotti le comprano il piatto preferito: quel prelievo in banca a vuoto

E il racconto dell’anziana in lacrime ha fatto il paio con la giustezza assoluta di quel che i poliziotti hanno fatto: proprio quella mattina infatti la 90enne era andata a prelevare denaro in banca, ma aveva scoperto che da prelevare non c’era praticamente più nulla, dato che risultava un prelievo effettuato ma di cui lei non serbava memoria.

Non è la prima volta che poliziotti prendono a cuore le sorti di persone più sfortunate, e ci piace ricordarlo.

Digiuna e in lacrime, i poliziotti le comprano il piatto preferito: pollo, e tante patate

E gli agenti hanno verificato che le cose erano esattamente andate così, perciò comprare del cibo alla donna era due volte più giusto, perché se fame e verità vanno a braccetto non c’è cuore che tenga. Un cuore che si è stretto ancor più quando candidamente la vecchina ha confessato che avrebbe mangiato una cosa che da tempo non mangiava: aragosta? Caviale? Tartufi? No, pollo arrosto di rosticceria con tante patate, una roba da una quindicina di euro per vedere quel sorriso grande e unto che è valso la gloria croccante di tutti i polli del mondo.

Contents.media
Ultima ora