Torino, avvistati un ufo e due caccia: arriva la smentita
Torino, avvistati un ufo e due caccia: arriva la smentita
Cronaca

Torino, avvistati un ufo e due caccia: arriva la smentita

Torino
Torino

"Forte bagliore emanato da un oggetto non identificato": sarebbero stati avvistati degli alieni a Corio, nel torinese

Gli alieni sembra siano tornati ad abitare i nostri cieli: nella serata dello scorso 6 giugno sono stati avvistati a Corio, vicino a Torino. Nel Canavese, intorno alle ore 21 di mercoledì 6 giugno 2018 molti abitanti della zona hanno detto di aver riconosciuto un ufo e due caccia, che sembrava lo stessero inseguendo. Quello dell’Ufo avvistato sui cieli di Torino qualche sera fa sta richiamando l’attenzione di molti, dai semplici curiosi agli appassionati esperti e studiosi. E’ stato un residente di Corio a segnalare la presenza misteriosa ai carabinieri.

Un ufo sui cieli di Torino

“Un oggetto volante non identificato emanante forte bagliore, dopo aver sorvolato il centro abitato di Corio, si allontanava repentinamente alla vista di due aerei verosimilmente militari”. Sono queste le parole di un residente del piccolo paese nei pressi del capoluogo piemontese. Avvistato il presunto ufo, ha immediatamente contattato i carabinieri locali.

Tra il Canavese e le valli di Lanzo, sono stati avvistati due presunti caccia mentre inseguivano quelli che agli occhi di molti è sembrato essere un ufo.

Sono queste le ricostruzioni riportate in seguito alla denuncia presentata da alcuni residenti nel paese. L’episodio misterioso si sarebbe verificato il 6 giugno scorso, alle 21. Eppure qualcuno dice di averli individuati qualche ora più tardi.

Torino

Sull’ipotetico ufo non ci sono riscontri. Al contrario, sulla presenza dei due caccia militari ci sarebbero diverse testimonianze. La deputata Pd Francesca Bonomo e il senatore Pd Mauro Marino hanno preannunciato un’interrogazione parlamentare.

Le testimonianze

Dopo i boati e i bagliori nel cielo, si è scatenata l’allerta alieni. La vicenda è tutta da chiarire. La presenza dei due caccia e di un ipotetico ufo è alquanto misteriosa. Le autorità militari fanno sapere infatti che non risultano passaggi nello spazio aereo del Torinese di voli aerei militari. Questo sembrerebbe dare qualche delucidazione, facendo supporre in un errore da parte dei cittadini locali. Eppure le molte testimonianze raccolte nelle valli di Lanzo pare confermino la presenza.

Sembrerebbe li abbiano sia avvistati sia sentiti, a causa dei forti rumori emessi.

Un’ulteriore testimonianza arriva da un cittadino di San Francesco al Campo. Stando alle sue ricostruzioni, i due caccia pare siano partiti da Caselle. Il mistero è fitto ed è diventato oggetto di un’interrogazione parlamentare, che la deputata Pd Francesca Bonomo e il senatore Pd Mauro Marino hanno annunciato nelle scorse ore. L’onorevole Bonomo ha spiegato che presenterà la mozione “perché si è creato quasi un allarme sociale e ora qualcuno ci deve spiegare che è davvero successo quella notte”.

Mentre sull’accaduto è stata presentata un’interrogazione al ministero della Difesa, in molti dicono che l’ufo sarebbe un falso allarme. Per alcuni infatti, si tratterebbe di un semplice drone fuori controllo.

L’oggetto sarebbe partito dall’industria aerospaziale torinese di Alenia. Ad averlo chiarito sono stati i militari dell’Arma dei Carabinieri di Ivrea, che si occupano delle indagini.

I caccia invece facevano parte del cinquantesimo stormo di Istrana, in Veneto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche