×

Trieste, il sindaco Dipiazza corre ai ripari e valuta lo stop agli assembramenti

In relazione all'aumento di casi degli ultimi giorni, il sindaco di Trieste Dipiazza ha annunciato che verrà valutato lo stop agli assembramenti.

Trieste stop assembramenti

Alla luce del recente aumento dei contagi di questi ultimi giorni, il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, ha annunciato che verrà valutato un possibile stop agli assembramenti. Si tratta questa di una decisione, precisa il sindaco triestino, che mira a scongiurare un possibile pericolo di ritorno in zona gialla.

“Devo verificare con gli uffici e la Prefettura”, ha aggiunto. 

Trieste stop assembramenti, “Sto valutando se è possibile”

“Sto valutando se è possibile emanare un’ordinanza contro gli assembramenti”, sono queste le parole del sindaco di Trieste che, sentito da Adnkronos, ha fatto il punto della situazione su come l’aumento dei contagi si starebbe riflettendo sulla città. “Se torniamo in zona gialla è un disastro per la città”, ha precisato. 

Trieste stop assembramenti, “Siamo al limite della zona gialla”

Il primo cittadino di Trieste, ha proseguito affermando come le manifestazioni delle ultime settimane si sarebbero riflesse sull’aumento della curva dei contagi: “Siamo al limite della zona gialla, ci sono state le manifestazioni e questo è il risultato. Un aumento simile dei casi nella mia città non c’era mai stato quindi è stato causato da quelle manifestazioni”.

Trieste stop assembramenti, “Ho il terrore di ritornare in una piazza dell’Unità desera”

Infine ha ribadito che uno dei maggiori timori è quello di rivedere piazze e strade deserte: “Ho il terrore di ritornare in una piazza dell’Unità deserta, dove è tutto chiuso, abbiamo rubato un anno e mezzo ai giovani vogliamo ritornare a quel punto? Speriamo proprio di no”. 

Contents.media
Ultima ora