×

Vaccini, Speranza alle Regioni: “Rispettare le nuove indicazioni degli scienziati”

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha dato indicazioni alle Regioni di rispettare le indicazioni date dagli scienziati.

Vaccini Speranza a Regioni

“Come sempre dobbiamo affidarci ai nostri scienziati”, così il Ministro della Salute Roberto Speranza che in un incontro con la Stampa ha fatto il punto sulla situazione pandemica di questi ultimi giorni. La curva dei contagi in questo ultimo mese si è abbassata significativamente, mentre ben due terzi dell’Italia da lunedì 14 giugno passerà in zona bianca.

Il Ministro della Salute ha poi evidenziato come ci siano stati dei riscontri positivi su una vaccinazione di tipo eterologo: “ci sono studi incoraggianti che indicano una risposta addirittura migliore” – ha spiegato. 

Vaccini Speranza a Regioni, “La campagna vaccinale è l’arma che abbiamo per chiudere questa fase”

Il Ministro della Salute Speranza ha proseguito insistendo sull’importanza cruciale che ricopre la campagna vaccinale in quanto fondamentale strumento che permette di chiudere questa fase dell’emergenza sanitaria.

“Domani due terzi del paese sarà in zona bianca e questo ci consente di guardare con fiducia e molte altre regioni potranno andare in zona bianca con questi dati”, ha dichiarato il Ministro. 

Ha poi aggiunto che: “Il tasso di incidenza si è trasformato in medio e poi basso e dunque i nostri scienziati danno nuove indicazioni che sono assunte unanimemente e che dobbiamo assolutamente rispettare”.

Vaccini Speranza a Regioni, “C’è un orientamento verso i vaccini a mRna”

Un altro punto focale toccato dal Ministro della Salute durante l’intervento con la stampa è quello di una possibile predilezione nel futuro dei vaccini a Rna messaggero. A tal proposito il Ministro Speranza ha spiegato: “In questo momenti ci sono indicazioni che limitano l’uso di AstraZeneca e noi le abbiamo assunte in modo perentorio, quindi AstraZeneca in Italia sarà ancora utilizzato ma è chiaro che c’è una limitazione di utilizzo, poi c’è una discussione a livello europeo sugli acquisti per prossimi anni e c’è un orientamento verso i vaccini a mRNA”. 

Vaccini Speranza a Regioni, “Non possiamo stare ogni giorno alle interviste”

Infine il Ministro della Salute ha posto l’accento sulla vaccinazione sui soggetti over 60: “Io sto agli atti formali che produce Ema, non possiamo stare ogni giorno alle interviste. Negli atti formali Ema è chiara: dà indicazioni di utilizzo dai 18 anni in su. Le indicazioni dei nostri scienziati che insieme al ministero della Salute, e insieme all’Aifa, vanno nella direzione che ho indicato e cioè sull’utilizzo di AstraZeneca sopra i 60 anni sia per la prima che per la seconda dose”. 

Contents.media
Ultima ora