Violenta bambina di sei anni e poi scappa: è caccia al pedofilo - Notizie.it
Violenta bambina di sei anni e poi scappa: è caccia al pedofilo
Milano

Violenta bambina di sei anni e poi scappa: è caccia al pedofilo

violenta bambina
Violenta bambina di sei anni e poi scappa: è caccia al pedofilo

Violenza sessuale contro una bambina di 6 anni a Milano: la polizia diffonde le foto del pedofilo ricercato.

Violenta bambina e poi fugge: è caccia al pedofilo! Nel capoluogo lombardo una brutta faccenda che ha come, tragica, protagonista una bambina di 6 anni. È successo a Milano lo scorso 11 settembre, ma adesso la polizia ha deciso di dare una bella stretta e di catturare l’uomo che ha molestato la piccola, dopo averla avvicinata con una scusa.

Il pedofilo ha agito a Chinatown, zona milanese in cui è molto concentrata la presenza di persone e di attività asiatiche, all’interno di un palazzo. L’uomo, approfittando del fatto che la piccola era da sola, l’ha avvicinata con una scusa e ha cominciato a parlare con lei, ovviamente per cercare di carpire la fiducia della piccola.

La bambina gli ha dato corda, e nel giro di pochi minuti si è ritrovata insieme all’uomo nel cortile interno di un palazzo. Una volta da soli, il pedofilo ha abusato sessualmente di lei. A quel che si sa, dalle testimonianze della stessa bambina e di coloro che poi, attirati dalle sue grida sono intervenuti, si trattava di uno sconosciuto che sentendo la piccola urlare si è ricomposto in fretta ed è scappato via.

violenta bambina

La vittima, una bimba di sei anni cinese che si è fidata della persona sbagliata, è caduta nella trappola del suo violentatore, un uomo che lei non aveva mai visto, e sul quale si è scatenata la caccia della polizia.

Il caso, sul quale hanno lungamente indagato gli uomini della Squadra mobile di Milano, comandati da Lorenzo Bucossi e coordinati dalla pm Cristina Roveda, che generalmente si occupa proprio di quelle vicende in cui sono protagonisti coloro che fanno parte delle fasce più deboli e dei reati sessuali, allo stato attuale non ha portato nessun risultato.

Pedofilo ancora libero

Il pedofilo è ancora libero. Ecco, perché, si è pensato di cambiare strategia: la polizia ha deciso di divulgare alcune foto dell’uomo, sperando che qualcuno possa riconoscerlo. Le foto, ricavate dai detective di via Fatebenefratelli una volta scandagliare le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona, sono state rese note.

La speranza è che il volto del pedofilo possa essere riconosciuto da qualcuno in grado di fornire maggiori informazioni possibili sulla sua identità. Oltre a questo però, la polizia ha diffuso anche altri, precisi, particolari: si tratta di un uomo alto un metro e ottanta con i capelli rasati e le orecchie sporgenti.

Le foto sono state divulgate perché come è facile immaginare, al momento non si è riusciti ad avere alcuna informazione utile sull’uomo, che sembra scomparso nel nulla.

Informazioni utili

Altri particolari importanti: parlava italiano e al momento della violenza indossava una maglietta nera con le maniche lunghe, jeans e scarpe nere.

L’immagine è stata estratta da un fotogramma ripreso dalle telecamere a circuito chiuso in via Paolo Sarpi. Sono ancora pochi, fino ad oggi, gli elementi utili al riconoscimento emersi finora: di certo c’è che la violenza è avvenuta nel cortile di una palazzina di via Bramante.

La polizia invita i cittadini in grado di dare informazioni utili alla cattura del sospettato a contattare i numeri forniti. Chiunque, quindi, abbia informazioni attendibili e utili alla cattura dell’uomo, può contattare i seguenti numeri di telefono/whatsapp 366 7756783 e 366 7756791.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*