730 cartaceo: come compilarlo senza errori. Tutte le novità

Economia

730 cartaceo: come compilarlo senza errori. Tutte le novità

730
730

La stagione del 730 è ufficialmente iniziata con l’arrivo on line della dichiarazione precompilata. Ma il modello cartaceo non va in pensione. Da martedì 2 maggio è infatti possibile inviare la dichiarazione 730 precompilata, lasciandola così com’è oppure modificanda o integrando, se del caso, i dati riportati dall’agenzia delle Entrate.

Quest’anno la dichiarazione precompilata si è arricchita di molti nuovi dati, come quelli relativi alle ristrutturazioni delle parti comuni del condominio o ai rimborsi delle spese universitarie (alcuni non sono riportati in dichiarazione ma nel foglio illustrativo allegato). Un’altra, importantissima novità riguarda la possibilità per i partner delle unioni civili di presentare il modello in forma congiunta e di godere di tutte le agevolazioni fiscali riconosciute ai coniugi. Novità anche per le coppie di fatto per quel che riguarda il diritto ad avere le detrazioni per ristrutturazione anche se la casa è solo del compagno, e poter usufruire del bonus giovani coppie per l’acquisto dei mobili.

730, cos’è

Il Modello 730 è il modulo fiscale da compilare per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati, introdotto in Italia nel 1993 in sostituzione del modello 740 semplificato, allo scopo di provvedere immediatamente al rimborso delle imposte a credito.

Ad oggi è possibile utilizzare tale modello per dichiarare le seguenti tipologie di reddito:

  • Per lavoro dipendente;
  • Quelli assimilati a quelli di lavoro dipendente;
  • Derivati dei terreni e dei fabbricati;
  • Redditi di capitale;
  • Redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la Partita Iva;
  • Altri redditi;
  • Alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata.

730, a chi consegnarlo

Una volta stabilito a chi spetta o meno presentare tale modulo, se non si opta per l’invio web del modello digitale, allora il Modello 730 cartaceo può essere consegnato a due soggetti distinti:

  • Al proprio sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico), solo se questi ha comunicato di prestare assistenza fiscale per quell’anno. In questo caso, il modello 730 deve essere già stato compilato e il 730-1 (relativo alla scelta per la destinazione dell’Otto per mille e del Cinque per Mille dell’Irpef) va consegnato in busta chiusa.
  • Al CAF o ai professionisti iscritti all’albo dei commercialisti, esperti contabili e consulenti del lavoro. Il modulo può essere loro consegnato già compilato oppure se ne chiede assistenza per la compilazione, sotto compenso.

    In busta chiusa va sempre consegnato anche il modello 730-1 per la scelta (o meno) della destinazione dell’8 e del 5 per mille.

Una volta completata questa procedura, non è necessario che il contribuente consegni il modulo all’Agenzia delle Entrate poiché questo adempimento spetta o al datore di lavoro, all’ente pensionistico o al CAF (e gli altri intermediari abilitati).

In caso di rimborso dell’imposta o di saldo a debito da parte del contribuente, le somme rinvenute vengono versate o trattenute a luglio direttamente dalla busta paga o dalla pensione, a meno che non si richieda esplicitamente che il corrispettivo venga inviato direttamente al contribuente dall’Agenzia delle Entrate. Se, in caso di verifica, dovesse essere riscontrato un errore nel Modello 730 consegnato, è possibile rettificare con un modulo integrativo e rivolgendosi a un intermediario (CAF, professionista), anche se nella compilazione precedente ci si era rivolti ad un altro soggetto. Oppure si può presentare un Modello Unico per persone fisiche entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta successivo.

Scadenza

Il Modello 730/2017 si potrà consegnare integrato entro il 7 luglio.

In ogni caso è bene monitorare le scadenze fiscali divise per mese sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche