Antonio Conte si presenta al Chelsea come nuovo allenatore

Antonio Conte si presenta al Chelsea come nuovo allenatore

Calcio

Antonio Conte si presenta al Chelsea come nuovo allenatore

conte

Emozionato, Antonio Conte si presenta alla sua nuova squadra: “Ho lavorato molto per arrivare qui”

Durante la sua prima conferenza stampa come allenatore del Chelsea, Antonio Conte, risponde emozionato alle domande dei giornalisti, con un inglese un po’ traballante. L’ex commissario della Nazionale italiana ha esordito dicendo: “È un nuovo capitolo della mia vita, per me e per la mia famiglia. Ho lavorato molto per essere qui. Sono in un campionato affascinante, il più difficile nel mondo: ci sono sei o sette squadre che possono vincere il titolo. Sono orgoglioso di essere l’allenatore del Chelsea». Poi ha iniziato a parlare dei primi allenamenti con la nuova squadra che si sono tenuti negli scorsi giorni. “Dopo due giorni di allenamento a Cobham ho visto la giusta attitudine nei giocatori, è molto importante”, ha commentato. Si è presentato molto determinato sostenendo di non essere intimorito dalle aspettative dei fan su di lui: “Sono nato con le pressioni, sono abituato.

I giocatori si sono messi a disposizione, sono convinto di poterli migliorare”. Ha aggiunto infine rispondendo a una domanda su Ranieri: “Claudio ha fatto un lavoro incredibile qui vincendo la Premier League. Sicuramente sentiamo la responsabilità di rappresentare l’Italia e di portare il nostro calcio qui“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

accordo psoe catalogna
Esteri

Spagna, accordo trovato tra governo e Psoe per elezioni in Catalogna

20 ottobre 2017 di Virginia Villa

E’ stato raggiunto un accordo tra la Catalogna e il governo Psoe. Le elezioni locali si terranno a gennaio, nel frattempo Madrid acquisirà, in via temporanea, le competenze della Generalitat tramite l’applicazione dell’articolo 155 della Costituzione Spagnola.
Secondo quanto riferito da Tve questo è quanto è stata deciso e dichiarato dalla segretaria all’Uguaglianza dei socialisti, Carmen Calvo.