Borghi del Lazio: gli 8 centri storici da visitare immersi nella natura

Viaggi

Borghi del Lazio: gli 8 centri storici da visitare immersi nella natura

Quante volte abbiamo visitato Roma, incantati dalla sua bellezza? Eppure a due passi dalla Città Eterna ci sono bellissimi centri storici e splendidi borghi immersi nella natura da visitare... vediamo insieme gli 8 più belli!

Per chi ama camminare in mezzo alla natura e scoprire nuovi luoghi poco conosciuti, suggeriamo un tour dei dintorni di Roma. In queste campagne sorgono bellissimi borghi tutti da scoprire per le loro bellezze architettoniche e archeologiche, l’arte, le tradizioni e l’enogastronomia, con i prodotti tipici del luogo quali il prosciutto cotto al vino di Cori, i biscotti mandorlati coresi o il timballo ciociaro. Ecco gli 8 centri storici più interessanti da visitare.

borghi

1 Cori

A 56 chilometri da Roma, su una collina, sorge la cittadina di Cori, un centro di quasi 11.000 abitanti. Cori si trova a metà strada tra la Pianura Pontina e i Castelli Romani, ed è piena di monumenti importanti risalenti alle varie epoche. I più belli da visitare sono il Santuario della Madonna del Soccorso, risalente al 1521, la chiesa di Santa Maria della Pietà e il Convento di San Francesco. Visitando la cittadina si può seguire il percorso delle mura dove si incontrano le tre Porte (Romana, Ninfina, Signina) che permettevano l’ingresso alla città.

Da vedere anche le Mura Ciclopiche (così chiamate perchè secondo la leggenda furono costruite dai Ciclopi), le Torri Romane e i Portici Medievali, e per finire il Tempio di Ercole e quello di Castore e Polluce.

2 Sermoneta

Comune di 9900 abitanti, Sermoneta è nota per il Castello Caetani, per le numerose architetture religiose e i siti archeologici, tra i quali la Necropoli Arcaica di Caracupa. Queste attrazioni hanno portato ad una notevole espansione turistica negli ultimi anni, insieme all’antico e ben conservato borgo antico dove spesso si organizzano manifestazioni culturali.

borghi

3 Norma

Tra i borghi vicino Roma, Norma è uno dei più piccoli, con appena 4000 abitanti, ma è molto particolare per le sue architetture religiose e i siti archeologici. Da visitare la Chiesa dell’Annunziata e il Santuario della Madonna del Rifugio, mentre i siti archeologici più importanti sono gli scavi di Norma e il Giardino di Ninfa, splendido con le sue rovine sulle sponde del fiume e i ruscelli di irrigazione costruiti all’inizio del ‘900.

4 Anagni

Tra i borghi del Lazio Anagni è tra i più grandi, con i suoi 21.500 abitanti.

E’ conosciuta come la città dei Papi per aver dato i natali a quattro pontefici (Innocenzo III, Alessandro IV, Gregorio IX e Bonifacio VIII), e per essere stata a lungo residenza e sede papale. Nel centro medievale sono di notevole interesse il duecentesco palazzo di Bonifacio VIII, la casa Barnekow e le numerose chiese, tra cui spicca la Cattedrale, con la cripta e i suoi affreschi risalenti al 1200. Questo borgo è famoso anche per la manifestazione folkloristica del presepe vivente che si svolge ogni anno, e la sfilata delle contrade medievali che si svolge ad Agosto.

borghi

5 Subiaco

Tra i borghi di Roma Subiaco è molto frequentata dal turismo, in particolar modo per il monastero di Santa Scolastica. Questo gioiello architettonico si articola intorno a tre chiostri costruiti in periodi diversi dal XII al XVI secolo, uno cosmatesco, uno gotico e uno tardo rinascimentale. Altra attrazione è l’area archeologica della Villa di Nerone.

6 Farfa

Farfa è un minuscolo borgo abitato da poche decine di persone, che sorge intorno all’importantissima e monumentale Abbazia di Santa Maria di Farfa.

Nel borgo sono presenti caratteristici negozi per lo più artigianali con prodotti tipici, ma l’attrazione dell’Abbazia richiama moltissimi turisti che affollano il centro storico del borgo.

borghi

7 Tuscania

Questo borgo sorge su sette promontori di roccia tufacea posti tra i fiumi Marta e Capecchio che dominano la valle del Marta. Le sue origini risalgono addirittura al paleolitico con i rinvenimenti delle necropoli etrusche delle Scalette e del Pantacciano del terzo millennio a.C. , e numerose altre, come quella della Madonna dell’Olivo. Tra il suo patrimonio di chiese importanti del centro storico ci sono chiese medievali (Chiesa di San Pietro e Chiesa di Santa Matra Maggiore), rinascimentali (Duomo, Chiesa di San Giovanni Decollato) e neoclassiche (Chiesa di San Lorenzo)

borghi

8 Sutri

Questo splendido borgo è un’altra stupefacente testimonianza del ricchissimo passato storico del nostro paese. Le sue origini sono molto antiche e presenta diverse attrazioni archeologiche, come un anfiteatro romano completamente scavato nel tufo, una necropoli etrusca formata da decine di tombe scavate anch’esse nel tufo, le spettacolari mura etrusche incorporate da quelle medioevali, un mitreo poi tramutato in chiesa (intitolata alla Madonna del Parto) e il Duomo di origine romanica.

Fra le bellezze naturali è assolutamente da visitare il parco urbano dell’antichissima Città di Sutri, un’area naturale protetta della Regione Lazio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche