Cenerentola, il grande classico Disney COMMENTA  

Cenerentola, il grande classico Disney COMMENTA  

cenerentola

Chi non ha sognato insieme a Cenerentola? Chi non si ricorda la scena in cui gli uccellini e i topolini passano i nastri sul suo vestito?

Chi non ha canticchiato almeno una volta Bibbidi bobbidi bu?

Salaga dula mencica bula
Bibbidi bobbidi bu
Se le pronunzio che avviene laggiù?
Bibbidi bobbidi bu
Salaga dula mencica bula
Bibbidi bobbidi bu
fa la magia tutto quel che vuoi tu
Bibbidi bobbidi bu
Salaga dula va
Mencica bula fa
ma la formula inver che val di più
è Bibbidi bobbidi bu

Cartone della Disney del 1950 e si ispira a un personaggio inventato creato da Perrault e della sua fiaba che ha lo stesso titolo.


Negli ultimi anni la Disney ha dato vita a due seguiti non pensati per il cinema ma solo per il mercato video che si intitolano Cenerentola: quando i sogni diventano realtà e Cenerentola: il gioco del destino.


La storia ha inizio quando Cenerentola, rimasta orfana, si trova a dover vivere con la matrigna e le due sorellastre: Anastasia e Genoveffa.
La matrigna costringe  la bambina a svolgere tutte le mansioni domestiche e viziando invece le altre due figlie.

Cenerentola, cresce generosa e spensierata, e  sogna ad occhi aperti il giorno in cui troverà il suo principe azzurro.

Un giorno arriva a casa la comunicazione che il Re ha indetto un ballo per tutte le ragazze del Regno, con lo scopo di trovare una moglie per il figlio.

L'articolo prosegue subito dopo

Per Cenerentola è un sogno che diventa realtà, la matrigna le concede  il permesso di andare al ballo ma solo nel caso in cui riesca a sbrigare una mole pazzesca  di faccende.
Ma con il prezioso aiuto dei suoi amici animaletti, la ragazza finisce in tempo i lavori, e, quando è pronta per uscire,  la matrigna si rimangia la promessa e le sorellastre gelose dell’avvenenza della ragazza, le distruggono il vestito.

Rimasta sola Cenerella si dispera e scoppia a piangere, pianto le cui lacrime richiamano la Fata Smemorina. La fata con la sua magia trasforma una zucca in carrozza, i  due topini in cavalli bianchi, il cavallo in cocchiere e il cane un perfetto lacchè; la fata poi dona  Cenerentola un vestito principesco.
Prima di farla andare al ballo però, le dice che l’incantesimo finirà allo scoccare della mezzanotte.

Giunta al castello, il Principe la nota immediatamente e subito la invita a ballare; il tempo passa velocemente e a pochi minuti da mezzanotte la fanciulla deve scappare via di corsa. Nella fretta della fuga però perde una scarpetta, che era di cristallo.

Il Principe, deciso a ritrovare quella ragazza di cui è ormai perdutamente innamorato, invia il granduca nelle case di tutto il regno per far provare la scarpetta. Colei alla quale calzerà perfettamente diventerà sua moglie.
Giunto a casa della matrigna, questa arpia fa rinchiudere Cenerentola in uno sgabuzzino, ma Cenerella sempre con l’aiuto dei suoi amici animali,  viene finalmente  liberata. Le sorellastre per invidia riescono a mandare in mille pezze la scarpetta ma Cenerentola possiede l’altra, così la prova e dimostra a tutti che le calza a pennello. Il granduca la porta al castello.

Cenerentola sposa il principe e il suo sogno diventa realtà.

Leggi anche

About Chiara Cichero 968 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*