Come funziona il limitatore di velocità

Motori

Come funziona il limitatore di velocità

Come funziona il limitatore di velocità
Come funziona il limitatore di velocità

Il limitatore di velocità è un sistema elettronico che permette al guidatore di impostare il valore della velocità che non si vuole superare.

In pratica è l’opposto del regolatore elettronico della velocità. Il conducente regola la velocità massima attraverso il pedale dell’acceleratore ma, grazie al limitatore di velocità, evita di superare involontariamente la velocità precedentemente impostata.

Il concetto che sta alla base di questa tecnologia è simile a quello del Cruise Control (il sistema elettronico che permette la regolazione automatica della velocità di un’autovettura o di un altro veicolo), ma si differenzia da quest’ultimo in quanto non permette di mantenere la velocità impostata, ma impedisce di superarla. Quando viene memorizzata una velocità, e finché questa non viene raggiunta, la guida è simile a quella di un veicolo che non dispone del limitatore di velocità. Se il guidatore dovesse avere la necessità di accelerare (ad esempio, durante un sorpasso), non dovrà fare altro che schiacciare più a fondo l’acceleratore, premendo oltre il cosiddetto “punto di resistenza”. Il sistema è ovviamente reversibile: questo significa che per ritornare alla modalità precedente basterà scendere al di sotto del limite prestabilito e il sistema si riattiverà automaticamente.

Prima di metterlo sul mercato si è parlato a lungo del limitatore di velocità, ma sempre in linea teorica.
Introdotto nel 2010, il limitatore regolabile di velocità è ad oggi abbastanza comune e diffuso, è disponibile a bordo della maggior parte dei veicoli e l’elevata domanda dimostra quanto sia apprezzato dai clienti.
Sempre più persone scelgono di installarlo sulla propria auto, perché si tratta di un dispositivo sicuro e comodo.

Pensate, infatti, di dover prestare la macchina a vostro figlio, che ha da poco preso la patente (ma non solo): questa potrebbe essere la soluzione giusta per i vostri problemi. O, ancora, pensate a tutti gli autovelox, alle multe, alla detrazione dei punti o alla sospensione della patente… con questo sistema saranno solo un ricordo lontano. Infatti, con questa innovazione tecnologica sarà praticamente impossibile superare i limiti di velocità e infrangere il codice della strada perché la vostra auto rispetterà automaticamente la velocità massima impostata.

Ne esiste anche un’evoluzione: il limitatore intelligente di velocità (in inglese Intelligent Speed Limiter). Si tratta di un limitatore di velocità definito “intelligente” perché in grado di riconoscere i segnali stradali, grazie alla telecamera anteriore o ai dati contenuti nelle mappe del navigatore, modificando all’occorrenza la velocità del veicolo. Il sistema non agisce in alcun caso sull’impianto freni, ma diminuisce l’erogazione del carburante in maniera graduale riducendo di conseguenza la potenza del motore.

Questo dispositivo impedisce, quindi, che il guidatore superi il limite anche involontariamente.

Come sappiamo, l’eccessiva velocità è il principale problema della sicurezza stradale: i dati ci dicono che solo in Europa muoiono più di trentamila persone a causa degli incidenti stradali e che, in ogni caso, aumenta notevolmente il rischio di incidente. Se i limiti di velocità esistono c’è un motivo: questi, infatti, servono a limitare la velocità di circolazione, al fine di garantire la sicurezza degli automobilisti e degli altri utenti della strada. Purtroppo quasi il 50% dei conducenti supera il limite di velocità consigliato: rispettare i limiti di velocità aiuterebbe ad evitare numerosi incidenti o per lo meno a ridurne la gravità. Con un dispositivo del genere entro il 2020 gli incidenti sulle strade si potrebbero ridurre di circa un terzo.

Come funziona?

Ma come funziona esattamente il limitatore di velocità? In genere, il dispositivo va ad agire sul sistema di iniezione del motore riducendo l’afflusso di carburante nelle camere di combustione dove si trovano i cilindri ed i pistoni con lo scopo di limitare la velocità a quella massima consentita per la categoria alla quale appartiene il veicolo o alla velocità massima impostata dall’utente.
In pratica accade questo:

– Il guidatore attiva il dispositivo utilizzando il controller presente sul volante.
– Il limite può essere ridotto o incrementato con intervalli di 5km/h.
– Il sistema limita in maniera graduale l’afflusso di carburante quando raggiunge la velocità
massima impostata.
– In caso di aumento della velocità, il guidatore viene avvisato attraverso segnali sonori e visivi.
– Se necessario, ad esempio durante un sorpasso, il guidatore può disabilitare temporaneamente
il dispositivo accelerando con decisione.

Grazie a un’idea dell’Azienda tedesca di elettronica VDO, è disponibile un limitatore di velocità dotato di centralina elettronica di ultima generazione che può essere installato su tutte le auto, incluse le macchine più vecchie (stiamo parlando di auto prodotte a partire dal 1993). Si tratta di quello che viene comunemente chiamato “Pedal Interface”: un pedale (come il nome stesso suggerisce) che viene inserito tra il pedale dell’acceleratore e l’unità di gestione del veicolo e configurato attraverso un software.

Grazie a questo dispositivo è possibile limitare temporaneamente la velocità massima del veicolo in base al limite vigente sulla strada che si percorre (semplicemente grazie all’utilizzo di un navigatore GPS) o disattivare questa funzione a proprio piacimento. Il Pedal Interface può anche regolare il Cruise Control.

Quali sono i prezzi

Il prezzo del dispositivo, incluso il montaggio, è relativamente basso: si aggira, infatti, attorno ai €500.

Come metterlo?

L’installazione e la taratura del limitatore di velocità devono essere effettuate solo presso officine riconosciute e autorizzate dalla direzione Generale della Motorizzazione Civile e dei Trasporti in Concessione. Le suddette officine sono, pertanto, autorizzate a:

– installare il limitatore di velocità su veicoli che non ne sono dotati
– regolare e/o riparare il limitatore di velocità e ad emettere una apposita certificazione al riguardo.

In caso di installazione di limitatore di velocità su un veicolo che non ne sia dotato o di taratura di un limitatore di velocità già esistente, sarà obbligatorio l’aggiornamento della carta di circolazione del veicolo presso la Motorizzazione Civile.

In caso contrario, si può ricorrere a diverse sanzioni che includono una multa, la detrazione di punti e la sospensione o, addirittura, la revoca della patente.

Ecco tutte le informazioni utili sul limitatore di velocità, sul suo utilizzo, sui prezzi di installazione, sul montaggio e sui benefici che derivano dal suo uso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche