Come rendere il proprio pc più veloce COMMENTA  

Come rendere il proprio pc più veloce COMMENTA  

slow-computer

A volte il personal computer di casa, o dell’ufficio, può diventare molto lento nell’esecuzione dei programmi e dei comandi, se non viene sottoposto ad una continua manutenzione. Questo accade perchè si accumulano informazioni obsolete: è però possibile, grazie alla presenza di utilità di sistema, o di programmi gratuiti che si possono scaricare da internet, fare un po’ di pulizia e velocizzarlo. Ecco come.

Leggi anche: Come rendere il proprio Pc più veloce

  • Si possono eliminare programmi che non si utilizzano più, e che occupano spazio sul disco rigido: questo può essere fatto manualmente, dalla cartella dei programmi installati, oppure tramite un programma che si può trovare gratis in rete e si chiama CCleaner;
  • si può alleggerire l’operazione di avvio del sistema operativo, premendo il pulsante “start” e poi scrivendo “msconfig”, e poi dando invio.

    Si aprirà una finestra da cui spuntare i programmi che non si desidera si avviino con Windows;

  • si possono usare le utilità di deframmentazione del disco rigido, e di pulizia, che elimina files inutili;
  • è sempre buona norma avere installato un software anti malware e anti spyware.

Leggi anche

christmas-pudding
Guide

Come fare Christmas pudding: ricetta originale

In Inghilterra il Christmas pudding è un dolce tipico molto comune. Ecco la ricetta originale per realizzarne uno come la tradizione vuole. Gli Inglesi hanno l’abitudine di servire a tavola durante le festività natalizie un tipico dolce chiamato “Christmas pudding”, l’equivalente del nostro panettone, pandoro o torrone. Si tratta di una ricetta abbastanza semplice da realizzare, ma bisogna avere l’accortezza di lasciare la miscela di ingredienti in “riposo” per una notte, per dare la possibilità alla birra di amalgamarsi bene. Letteralmente “pudding” significa prugna, ma non vi è traccia di tale ingrediente nella ricetta tradizionale. Forse il termine “plum” si Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*