Come scrivere la parodia di un poema

Scuola

Come scrivere la parodia di un poema

Esistono diverse forme di parodia: dai film alle canzoni, dai personaggi famosi ai libri, le parodie hanno il pregio di divertire e allo stesso tempo far riflettere. Anche nell’ambito della letteratura è possibile trovare ispirazione per parodiare con umorismo i più grandi poeti del passato e del presente. Per fare ciò, è bene iniziare con un una poema letterario particolarmente amato.

Istruzioni:

  1. scegli un poema che ti ispira particolarmente, tra i classici della letteratura o tra i contemporanei, purchè si tratti di un’opera famosa di un artista ben conosciuto
  2. studia bene lo stile dell’originale, cerca di carpirne i toni. Osserva se ci sono rime e in quale schema, guarda con attenzione la metrica, gli accenti, i toni: la tua parodia per essere credibile deve riuscire ad imitare perfettamente tutto questi elementi.
  1. Scegli un soggetto che sia differente da quello del poema originale: maggiore è la differenza, meglio è. Scegliendo un argomento completamente diverso, crei l’effetto sorpresa, ottieni un risultato giocoso senza tralasciare i toni critici
  2. Abbozza la parodia, da’ corpo al tuo soggetto usando metrica, rime, ritmo e linguaggio il più possibile aderente allo stile originale
  3. Leggi ad alta voce, per renderti conto se effettivamente è simile o ricorda l’originale, se fa ridere ed è efficace.

    In caso contrario, apporta le dovute correzioni

  4. Lascia la tua opera nel cassette per un paio di giorno, poi rileggila a mente fresca più volte: anche in questo caso confrontala con l’originale e se necessario apporta ulteriori revisioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche