Cosa scrivere nella lista di nozze: idee COMMENTA  

Cosa scrivere nella lista di nozze: idee COMMENTA  

Non solo chicchere e ricami: la lista di nozze ideale può essere anche un viaggio da sogno, un pieno di hi-tech, un’occasione culturale o un gesto solidale!

Il gran giorno si avvicina, quello che ricorderete come uno dei più belli della vostra vita e non solo per aver suggellato il vostro sogno d’amore ed aver dato inizio alla vostra vita di coppia, ma anche per l’affetto che vi dimostreranno amici e parenti attraverso la vicinanza ed i regali!

Sì, perché i doni nuziali sono da sempre il modo materiale per dare una mano agli sposi a “metter su casa o, da quando convivere prima di sposarsi non è più un tabù, per aiutarli a realizzare la più indimenticabile Luna di Miele, ad esempio.


Fare una buona lista di nozze è fondamentale per non ritrovarsi con doppioni e regali sgraditi, indirizzando gli invitati verso gli acquisti più utili e desiderati e va ben calibrata per avvicinarsi alle possibilità economiche vostre (se non raggiungete tutte le quote, in molti casi dovrete integrare di tasca vostra per completare l’ordine) e di tutti coloro che vorranno aderirvi:

  • Se già convivete, avrete probabilmente gran parte di quello che serve in una casa già a disposizione: optate, allora, per una lista-viaggio di nozze: il valore complessivo può essere frazionato in diverse quote e chiunque potrà contribuire nella misura più adatta al suo portafogli.

    Ricordatevi poi di mandare una cartolina, – perché no, anche solo virtuale -, a chi vi ha regalato la vacanza dei vostri sogni, per renderlo partecipe della vostra felicità!

  • Un’altra idea piuttosto nuova, per chi vive insieme da un po’, è quella di farsi regalare anche benefit immateriali, come l’abbonamento in palestra o in piscina, corsi di lingue o di cucina, trattamenti estetici e di dimagrimento… Potete sbizzarrirvi in ogni settore e soddisfare le vostre esigenze intellettuali o di benessere: state certi che i vostri amici saranno contenti di contribuire in questo senso e si sentiranno anche “importanti”, sapendo di avervi donato qualcosa che vi permette di prendervi cura di voi stessi.
  • Importante, in generale, non esagerare con la chincaglieria: ricordatevi di scegliere ciò che volete veramente e quello che sarete disposti ad esporre in casa a beneficio di chi verrà a trovarvi dopo il matrimonio e si aspetterà di vedere in bella mostra il proprio regalo nella vostra dimora.

    Ci riferiamo soprattutto a vasi e soprammobili vari, alle gettonatissime cornici per le foto (intramontabili quelle in argento) e ad oggetti di design, spesso costosissimi e non sempre davvero utili e pratici.

  • Se partite da zero e abitate in due località diverse, pensate ad aprire due wish list tra loro complementari, una nella città della sposa ed una in quella dello sposo: questo accorgimento sarà gradito soprattutto a chi non ha grande facilità di movimento, come i parenti anziani.

    L'articolo prosegue subito dopo

    Nipoti ed amici, invece, vi saranno grati se potranno acquistare il pezzo che preferiscono dalla lista di nozze on line, invece che recarsi in negozio.
  • Se avete bisogno di tutto il corredo, comprensivo di set di lenzuola, piumoni, tovaglie, asciugamani, accappatoi, servizi di piatti e bicchieri, servizi da thè e caffè, pentolame ecc. e anche di grandi e piccoli elettrodomestici, dal frullatore ad immersione alla lavatrice, dal robot da cucina al televisore, dallo stereo al tablet, dall’aspirapolvere al ferro da stiro e via discorrendo, considerate di aprire più liste parallele in punti vendita diversi e specializzati.
  • Molto chic e di tendenza, oltre che eco-friendly, convogliare i fondi che gli invitati investirebbero per i regali in donazioni a favore di organizzazioni non a scopo di lucro, attive in più settori a difesa dei più deboli, degli animali, dell’ambiente, o dedite alla ricerca contro le malattie. Ideale per chi non necessita di nulla in particolare e sceglie la generosità e la solidarietà come filosofie di vita.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*