Creatina assunzione: fa male?

Creatina assunzione: fa male?

Salute

Creatina assunzione: fa male?

Creatina
Creatina: quando assumerla.

La creatina è una sostanza utilizzata da molti atleti e sportivi per aumentare la massa muscolare a discapito di quella grassa. Scopriamo insieme come funziona e i possibili effetti collaterali.

La creatina viene assunta da tanti atleti e appassionati di fitness, i quali la assumono sotto forma di integratore alimentare. Ma questa sostanza può far male? Si tratta di proteine in polvere, assunte spesso con troppa superficialità sia dagli atleti che dalle persone che desiderano dimagrire. Tale sostanza permette infatti di accelerare la perdita di massa grassa favorendo lo sviluppo di quella muscolare. In rete circolano molte dicerie sugli effetti collaterali indesiderati derivanti dall’assunzione di tale sostanza: disturbi ai reni, disidratazione, gonfiore, crampi e altri ancora. Tali dicerie si sono rivelate infondate e non supportate da prove scientifiche. Il nostro consiglio è comunque quella di utilizzarla con moderazione e di consultare sempre il proprio medico di base o il proprio allenatore prima dell’assunzione.

Cos’è la creatina?

La creatina è un aminoacido che il nostro corpo produce in parte da solo e in parte ricava dall’alimentazione, soprattutto grazie alle proteine animali e vegetali.

Questa sostanza, indispensabile per produrre energia utile ai muscoli, una volta assimilata dal cibo o generata dal corpo, arriva ai muscoli producendo la più importante fonte energetica per le cellule. Stiamo parlando dell’Atp, l’adenosina trifosfato, necessario proprio all’attività muscolare e alla realizzazione stessa delle fibre del muscolo. La creatina ottiene nel muscolo una molecola di fosforo e diventa, quindi, fosfocreatina. Quest’ultima verrà poi liberata nel momento in cui avviene lo sforzo muscolare. Questo processo rende possibile il rilascio dell’energia necessaria al metabolismo cellulare. In tal senso dunque la creatina è necessaria per incrementare la massa muscolare. Essa inoltre aiuta il corpo a ritornare in salute dopo uno sforzo, garantendo robustezza e velocità di recupero.

Assunzione di creatina

In condizioni normali, bisogna tenere presente che il fabbisogno di questa sostanza è di circa 2 grammi giornalieri per un adulto. Dunque è possibile colmarlo semplicemente seguendo un’alimentazione corretta, in cui non scarseggino mai fonti proteiche.

Questo perché, come abbiamo visto, una buona parte della creatina arriva al corpo proprio dal cibo. Questa sostanza può però iniziare a scarseggiare quando il corpo è sottoposto ad importanti sforzi muscolari, ad esempio durante gli allenamenti per prepararsi alle gare, o anche quando si effettuano lavori fisicamente molto pesanti. La stessa cosa può succedere quando ci sono delle importanti carenze dal punto di vista dietetico, per qualsivoglia motivo. A ogni modo, prima di assumere integratori a base di creatina è consigliabile consultare un medico o un dietologo. In base al vostro stile di vita, il medico saprà indicarvi se è utile e necessario per voi assumere questa sostanza e in quali quantità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche