Cuperlo lascia la Presidenza, il Pd si spacca COMMENTA  

Cuperlo lascia la Presidenza, il Pd si spacca COMMENTA  

gianni-cuperlo

L’Italicum ha diviso in due i democratici. Il Presidente del Pd, Gianni Cuperlo, si è dimesso dalla carica perché non il linea con il pensiero di Renzi e con la sua idea di confronto. “Il partito non può piegare verso l’omologazione di linguaggio e di pensiero. Dal canto suo, Matteo Renzi è convinto di andare avanti per strada intrapresa e dichiara: “Chiedere a Cuperlo di ripensarci? Niente da fare, questa è una vecchia liturgia, quando ti sei dimesso ti sei dimesso”, e fa capire di stare già pensando al prossimo sostituto.


Si vociferano già i nomi dei successori alla Presidenza: il ministro Orlando ed Epifani. Dopo le dimissioni di Cuperlo, il rischio scissione nel Pd si fa concreto.

L’ex Presidente spiega che il Pd resta comunque il suo partito, e che si è dimesso proprio per amore di questo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*