Cura e malattie della pianta di agave COMMENTA  

Cura e malattie della pianta di agave COMMENTA  

L’agave è un tipo di pianta grassa che ben si adatta agli ambienti desertici. Queste piante possono sopportare dure condizioni, come caldo, freddo, siccità e terreni poveri. Diverse specie di agave hanno spine accuminate, altre sono particolarmente adatte alla coltura in vaso. Le agavi sono suscettibili di una serie di malattie o altri problemi, ma con la cura adeguata queste piante dovrebbero rimanere sane e longeve.

 

 

 

 

 

 

Esposizione

Le agavi richiedono almeno sei ore al giorno di esposizione in pieno sole, per mantenere un buon aspetto e una buona crescita. Queste piante hanno bisogno di un buon drenaggio, idealmente un terreno sabbioso. Le agavi in vaso crescono bene in un mix di terriccio sabbioso ben drenato. Lo scarso drenaggio può provocare marciumi radicali.


 

Acqua e fertilizzanti

Le agavi possono richiedere l’acqua occasionalmetne,  subito dopo l’impianto per favorirne l’insediamento, ma in genere non richiedono irrigazione supplementare dopo che si sono ben adattate. I vasi piccoli o le piante giovani possono beneficiare di una cura di fertilizzanti, ma le agavi consolidate non ne hanno bisogno, soprattutto se si usa pacciamatura organica.


Malattie

L’agave può essere attaccata da diversi agenti patogeni, tra cui batteri Erwinia e funghi Fusarium. Il punteruolo è un altro nemico di questa pianta e si può solo prevenire il suo attacco; non vi è alcuna possibilità di controllare il marciume delle foglie una volta che le pianta è stata invasa. Condizioni di scarso drenaggio rendono le agavi più soggette a marcire.


Prevenzione dei danni

Le agavi possono essere danneggiate da temperature che scendono al di sotto della sua temperatura ideale in poche ore. Entro pochi giorni, si svilupperanno sulle foglie macchie o crepe da congelamento impregnate d’acqua e le parti gravemente danneggiate diventeranno prima molli per poi seccare e scurirsi. Occorre prevenire i danni coprendo le  piante prima del freddo. Si può potare l’agave per rimuovere le foglie danneggiate, ma questo può dare alla pianta un aspetto irregolare e la rende suscettibile agli agenti patogeni. Per fortuna, i danni da congelamento spesso stimolano la crescita di nuove piante dal basso.

L'articolo prosegue subito dopo


Parassiti
Il parassita più dannoso è il punteruolo, che fora la base della pianta per deporre le uova. Questo processo apre una strada ai microrganismi che attaccano e decompongono il tessuto vegetale. Questo diventa quindi fonte di nutrimento per le larve schiuse del punteruolo. Le piante deboli e le piante che si preparano a fiorire sono  più vulnerabili a tale parassita, il miglior modo per prevenire l’invasione  è quello di mantenerle ben in salute  e distruggere le agavi infestate. Altri parassiti possono causare leggeri cicatrici o macchie gialle sulla pianta. Inoltre, le agavi possono essere attaccate dalla cocciniglia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*