Differenza tra Balayage e Shatush COMMENTA  

Differenza tra Balayage e Shatush COMMENTA  

Look estate 2017? Ecco la decolorazione per i capelli: shatush o balayage, ecco le differenze nelle tecniche di applicazione del prodotto schiarente

Voglia di cambiare look di capelli? Con l’arrivo dell’estate cresce la voglia di ogni donna di cambiare look, in particolare, di cambiare il colore dei propri capelli ricorrendo alle de-colorazioni.

Decolorare i capelli creando una sintonia di giochi di colore e di effetti cromatici “naturali” porta molte donne a prediligere le tecniche di colorazione della capigliatura all’ultimissima moda.

I saloni di parrucchiere sono sempre più gremiti di donne, in particolare di giovanissime che richiedono lo shatush o il balayage.

Entrambe le tecniche sono volte a schiarire le punte dei capelli o, meglio a cambiare la tonalità cromatica, giocando con i riflessi solari del chiaro scuro: dal castano al biondo, dal mogano al rosso ramato, dal rosso ramato al biondo platino.

Non solo colori naturali ma anche di tendenza come i colori verde, rosa, mauve, petrolio etc.

L’effetto naturale dello shatush e dello balayage fanno sì che i capelli sembrino come “baciati” dai raggi caldi del sole d’estate e, proprio, pe questo effetto, le donne amano la decolorazione dei capelli.

L'articolo prosegue subito dopo

Ma esiste una differenza tra le due tecniche di colorazione della capigliatura femminile? Lo shatush viene realizzato passando d applicando il pennello con il prodotto schiarente tra le ciocche cotonate di capelli.

Il balayage, tecnica di decolorazione californiana è l’ultimissima tendenza di decolorazione che si differenzia dallo shatush per l’applicazione del prodotto schiarente “a stella”: la chioma viene suddivisa in cinque “punte di stella” ovvero a grandi ciocche, e sulle lunghezze dei capelli si creano delle striature. L’effetto finale sarà molto naturale; tuttavia, in entrambi i casi è consigliabile non esagerare con le decolorazioni dato che sono trattamenti “stressanti” per i capelli, rendendoli secchi, sfibrati e crespi, con l’andare del tempo. Per questo è bene nutrirli con prodotti e creme o olii dedicati ai capelli trattati.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*