Onu, da gennaio Italia al Consiglio di Sicurezza COMMENTA  

Onu, da gennaio Italia al Consiglio di Sicurezza COMMENTA  

italia al consiglio di sicurezza onu

Italia al Consiglio di Sicurezza Onu come membro non permanente. Trovato un accordo con l’Olanda: un anno a testa a partire da gennaio 2017.

Tre nazioni per due posti, ma si trova un accordo che accontenta tutti e manda l’Italia al Consiglio di Sicurezza Onu.


Parità fino all’ultimo voto

Svezia, Italia e Olanda si giocavano i due posti disponibili come membro non permanente del Consiglio di Sicurezza Onu nel biennio 2017 / 2018. La prima votazione ha approvato subito la Svezia, poi la situazione si è impantanata al momento di decidere il secondo nome. Quando l’assemblea si è espressa con una perfetta parità (95 voti a testa) il messaggio è stato recepito dalle delegazioni italiana e olandese come un’approvazione da condividere. “L’Assemblea Generale” ha spiegato il ministro degli esteri olandese Bert Koenders “ha inviato un chiaro segnale”, “ossia che approva allo stesso modo Italia e Olanda”.

“Un messaggio di unità di due paesi europei”

“Serviremo un anno a testa” ha spiegato Paolo Gentiloni, il quale ha aggiunto che “con questa proposta” l’intenzione è quella di “passare un messaggio di unità di due paesi europei”. Oggi alle 16 (ora italiana) l’assemblea si riunirà per dare l’approvazione ufficiale alla proposta italo – olandese. L’Italia ricoprirà per prima l’incarico di membro non permanente a partire da gennaio 2017. L’Olanda subentrerà nel gennaio dell’anno successivo.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*