Majorca: città abbandonata dopo la corsa all’oro australiano

Viaggi

Majorca: città abbandonata dopo la corsa all’oro australiano

Majorca è una città fantasma nella contea di Central Goldfields, Australia, a 171 km da Melbourne.

E’ stata fondata nel 1863 quando Charles Bannister e William Voules trovarono dell’oro nei pressi del torrente McCallum.

Due mesi dopo la scoperta aurifera la vita era abitata 3-4 mila persone e contata 250 attività commerciali tra negozi e ristoranti, anche se presto molti di loro ritornarono presto nella vicina Maryborough.

E’ stata una fiorente città per oltre 50 anni grazie ai suoi giacimenti auriferi (compresa la miniera di Kong Meng) per poi diventare man mano una città abbandonata.

Attualmente è più che altro coltivata da terreni agricoli coltivati, se non altro il territorio non è andato completamente sprecato ma utilizzato dai coltivatori della zona: infatti l’area circostante di Majorca conta una popolazione di quasi quattrocento abitanti.

E’ ancora in piedi e predominante sul paesaggio il vecchio edificio del Majorca Store, un grande emporio di generi che venne aperto nel 1866 ma ormai chiuso da diverso tempo.

Chissà che un giorno anche quest’ imponente struttura venga riutilizzata vista la robustezza delle sue mura.

Intanto coloro che si recheranno a Majorca noteranno la desolazione tipica delle città fantasma, sicuramente sarà un must per gli amanti della pace e della tranquillità.

La Maletita Feliz

1 / 2
1 / 2
majorca store
majorca

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...
lamaletitafeliz 18 Articoli
Spirito libero, amante dei viaggi (specie se in solitaria), dei cani (ho due chihuahua simpaticissime che sembrano gemelle), del ricamo e dei luoghi abbandonati, da poco mi sono appassionata di scrittura.
Contact: Facebook