Offerta: Grease, Romeo e Giulietta vanno in scena al Festival la Versiliana. Non perderli!

Offerte Coupon

Offerta: Grease, Romeo e Giulietta vanno in scena al Festival la Versiliana. Non perderli!


Cosa posso fare con il mio ticket?

Assistere a uno spettacolo a scelta fra Grease il 18 agosto alle 21:30 o Romeo e Giulietta il 19 agosto alle 21:30 a Marina di Pietrasanta al Teatro La Versiliana.

Grease
Poltronissima a 39€ invece di 66€
Poltrona I Settore a 33€ invece di 55€
Poltrona II Settore a 27€ invede di 44€
Tribuna a 19€ invece di 33€

Romeo e Giulietta
Poltronissima a 19€ invece di 30,80€
Poltrona I Settore a 12€ invece di 19,80€

Ti ricordiamo che:
– Il ticket non è rimborsabile.
– I posti sono tutti garantiti, non è possibile cambiare la preferenza dopo l’acquisto.
– Per essere posizionati vicino è consigliabile acquistare i ticket utilizzando la stessa utenza in un’unica transazione. L’assegnazione posti dipende dalla disponibilità sulle file a noi riservate dall’organizzatore; non è possibile scegliere il proprio posto, né modificare i posti assegnati.

GREASE
Il musical dei record che ha conquistato quasi 1.500.000 spettatori in tutta Italia in più di 1.000 repliche affermandosi come un fenomeno senza precedenti.

ll ritorno, a grande richiesta, avviene a 15 anni esatti dal suo debutto. Grease è un’iconografia classica dell’America degli anni ’50, un collage di immagini colorate ed esplosive: il rock ‘n’ roll e le atmosfere da fast food, i pigiama party e i motori truccati delle vecchie auto, i giubbotti di pelle e le gonne a ruota, il ciuffo alla Elvis e la brillantina sono simboli intramontabili di una generazione che, portati in scena con ritmo e colore, hanno trasformato lo spettacolo in un fenomeno ineguagliabile.
La storia d’amore tra Danny e Sandy, i sogni dei T-Birds e delle Pink Ladies e, soprattutto, tanto rock ’n’ roll fanno sì che Grease sia diventato sinonimo di energia pura e divertimento da non perdere.

ROMEO E GIULIETTA di W. Shakespeare
Una figura di donna bendata, sorregge una spada lorda di sangue. Una grande parete chiude il proscenio. Solo poche parole farneticanti di duelli e scherni, le ultime come un filo di bava: “basta, basta!”. La parete si squarcia ed ha inizio la storia.

Un gioco di scatole cinesi dentro le quali i personaggi, ridotti a funzione, si presentano e consumano relazioni a vita nell’arco di un rapido tramontare di sole. Tulles, veli, colori, damaschi poi colonne d’ombra si muovono a segnare i luoghi. Si sta rappresentando la storia di Giulietta e del suo Romeo, la rottura di un mondo sociale fondato verticalmente sul nome. Dio al principe, il principe al padre, il padre al figlio: una sorta di universo tolemaico che regola lo stato delle cose viene frantumato da una frase: “Che cosa vuol dire Montecchi?”. E’ una lama che squarcia la regola, il vettore orizzontale che taglia il cerchio perfetto. IO. GIULIETTA: A TE ROMEO:” che cosa vuol dire Montecchi?”. Il gioco impazzisce, i fatti cominciano a scorrere sempre più velocemente. Non c’è più tempo di fermarli, non esiste più il pensiero. Solo azione, istinto animale, amore e morte s’intrecciano inarrestabili fino all’ultimo sussulto.

Poi adagiata sul palmo del sonno artificiale la storia rallenta dolcemente fino a fermarsi per sempre. Di Mercuzio, Tebaldo, Romeo, della storia non resta che un corpicino nudo, sporco di sangue, un animaletto sacrificato alla luna, Giulietta. Andrea Battistini

Per comprare questa offerta vai su LetsBonus

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...