Roma, altri gravi incidenti per strada invasa da mucche e tori

Roma, altri gravi incidenti per strada invasa da mucche e tori

Cronaca

Roma, altri gravi incidenti per strada invasa da mucche e tori

Incidenti
Ancora incidenti a Carpineto Romano per bovini selvaggi

Nuovi gravi incidenti stradali a Carpineto Romano, provincia di Roma, causati da bovini selvaggi. I Sindaci della zona sollecitano le autorità competenti.

Ancora gravi incidenti sulla strada regionale carpinetana, in provincia di Roma, causati dalla presenza continua di mandrie di bovini selvaggi.

Non è una novità purtroppo questo problema nel piccolo comune di Carpineto Romano (e non solo), sito a circa 60 chilometri dalla Capitale. Più volte infatti i Sindaci delle zone limitrofe hanno segnalato la questione alle autorità competenti territoriali.

Davvero troppi gli incidenti che si sono verificati sulla strada regionale che da tempo è invasa da mandrie selvagge di bovini, che libere brucano senza controllo ai bordi della carreggiata, invadendo senza alcun controllo la sede stradale.

Di incidenti se ne sono avuti davvero tanti. Uno degli ultimi ha visto quale sfortunato protagonista un motociclista che di notte, senza possibilità di porvi rimedio, si è schiantato su uno degli animali presenti sulla strada.

A seguito della caduta rovinosa, che per altro ha determinato anche il decesso sul colpo dell’animale, il conducente del veicolo a due ruote ha perso conoscenza, e per lui è stato predisposto un ricovero urgente in ospedale dove è stato trattato chirurgicamente per ridurre la grave frattura riportata al braccio destro.

Questo è tuttavia solo l’ultimo di una lunga sequela di gravi incidenti, ai quali bisognerebbe aggiungere le tante volte che i cittadini della zona sono stati costretti a manovre anche pericolose per evitare le mandrie di mucche e buoi che sostano con continuità sulla strada regionale.

I Sindaci dell’area, ed in particolare quelli di Carpineto e Montelanico, hanno più volte sollecitato tanto la Prefettura di Roma quanto l’Astral, la società regionale incaricata della gestione di quel tratto di strada, eppure di soluzioni concrete non ne sono arrivate.

Quando poi nel 2014 il Sindaco di Carpineto Romano dell’epoca, attraverso una sua ordinanza ordinò di abbattere i bovini, ci si mise il TAR a respingerne gli effetti del Comune, ed il problema ha continuato ad affliggere gli abitanti della zona.

Ora per quanto predisposto dal Ministero della Salute sarebbe stato predisposto un protocollo per il quale i bovini potranno essere catturati, e successivamente dati in affido prioritariamente ad associazioni di protezione animali. Basterà questo per evitare ulteriori pericoli stradali a Carpineto Romano?

La problematica è stata anche ripresa dalla trasmissione Mediaset “Striscia la Notizia”, che ha dedicato proprio per la gravità della situazione uno specifico servizio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche