Router Wifi cos'è e quanto costa

Router Wifi cos’è e quanto costa

Tecnologia

Router Wifi cos’è e quanto costa

router wifi

Velocità, efficienza e sicurezza: queste le principali caratteristiche che deve avere un router wifi per adattarsi alle esigenze degli utenti

In molti lo confondono con il modem: parliamo del router wifi uno strumento utilissimo in casa, come nei piccoli uffici, per consentire una connessione simultanea e veloce a internet di più apparecchi. Il router wifi agisce, infatti, attraverso onde radio, e consente a pc, tablet, smartphone e tutti i dispositivi presenti in un determinato ambiente, di collegarsi a internet contemporaneamente senza cavi e senza un collegamento diretto al modem. Lavorare in balcone o sul divano, da qualsiasi stanza della propria casa e in ogni momento è una comodità che per molti è diventata, oggi, una necessità. Ecco perché i router wifi sono diventati prodotti di riferimento, pratici e veloci. Nella vita quotidiana anche di una piccola famiglia composta da tre o quattro persone, ci sono smartphone, tablet, notebook, smart tv, e numerosi altri dispositivi che hanno la necessità di collegarsi a internet. Il collegamento in rete via wifi, infatti, per molti utenti è diventata una vera e propria necessità, in situazioni professionali ma anche in occasioni di vita pubblica e mondana.

Ecco perché, sempre più spesso, locali pubblici e uffici, mezzi di trasporto e negozi, case e locali privati hanno la necessità di fornire connessioni a internet veloci e alla portata di tutti.

Modem router wifi

Prima di scegliere il router wifi più adatto alle proprie esigenze e ai propri dispositivi, è necessario chiarire le differenze che passano con il modem. Mentre quest’ultimo, infatti, consente di collegare ad internet un solo dispositivo, solitamente un pc attraverso il collegamento via cavo. Il router, invece, permette di creare una vera e propria rete di dispositivi che potranno navigare in internet contemporaneamente: dalla smart tv al tablet, dal notebook alla playstation. Esistono, ovviamente, modem che sono anche router, e che sono tra i modelli più diffusi per consentire una connessione domestica pratica e veloce. I router senza modem integrato, invece, hanno bisogno, a loro volta, di un modem per collegarsi ad internet, ma sono anche una soluzione tecnologicamente più avanzata, per utenti con esigenze particolari, che desidera personalizzare la propria connessione.

Router abbinati a modem legati alla fibra, ad esempio, o router voip, che consentono al traffico voce di viaggiare sulla rete e non sulla classica linea telefonica.

Router wifi portatile

Esistono, in particolare, alcuni tipi di router molto compatti e portatili, che possono essere usati anche in situazioni di mobilità. Si tratta di router che, solitamente, consentono la navigazione sulle reti 3G/4G e il collegamento di più dispositivi in contemporanea. In base al costo, ovviamente, il tipo di rete supportata cambierà, e di conseguenza anche la velocità. I router wifi portatili più economici, ad esempio, supportano solo la rete 3G, mentre quelli LTE hanno velocità di download e upload massima differente. Attualmente i modem che vengono forniti dai vari operatori di telefonia e internet sono anche router wifi. Si tratta, infatti, di dispositivi che permettono di collegare apparati sia attraverso le porte posteriori, che con collegamento wifi. Alcuni router hanno dei limiti legati al numero di dispositivi in wifi, ma la maggior parte consente di sincronizzare numerosi apparati senza problemi.

In base alla velocità e al numero di dispositivi da collegare, ovviamente, cambiano i prezzi dei router wifi. Si parte da un minimo di 20-30 euro circa, per router wifi da 300 Mbps, piccoli e maneggevoli, con protezione firewall e numerose opzioni di supporto, fino a prodotti più professionali, che superano i 150 euro e che consentono di collegare più dispositivi e amplificare il segnale in uffici e studi di quattro o cinque stanze. In questi casi, ad esempio, la potenza erogata viene regolata da antenne in base alle proprie esigenze.

Miglior router wifi

Chiarite le necessità e le abitudini di consumo, è possibile scegliere il router wifi più adatto alle proprie esigenze. Nel corso della scelta è importante, prima di tutto, tenere presenti quali sono le porte disponibili sul dispositivo. Solitamente sono di due tipi: Ethernet e Usb. Le porte Ethernet servono per il collegamento via cavo e possono essere normali se supportano fino a 100 megabit al secondo, o gigabit, se supportano fino a 1000 megabit al secondo.

Le porte Usb, invece, sono quelle necessarie per collegare alla rete internet i dispositivi che non hanno il wifi direttamente integrato. Collegando una stampante a un router wifi, ad esempio, è possibile condividere la periferica con tutti gli utenti della rete domestica. Un’altra caratteristica fondamentale, poi, del router wifi, è legata alle classi supportate dal router stesso e dai dispositivi da collegare. Le classi di Wi-fi sono cinque: la classe a a 54 Mb/s, classe b a 11Mb/s, classe g a 54Mb/s, classe n a 450Mb/s e, infine, classe ac a 3 Gb/s e, ovviamente, connotano prestazioni diverse del router stesso, dalla stabilità alla velocità della connessione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

kindle
Tecnologia

Kindle: prezzi e costi

18 novembre 2017 di Notizie

E-reader e tablet sono strumenti moderni entrati a far parte delle nostre vite. Sono estremamente utili e pratici e ci consentono di leggere libri e reperire informazioni di ogni genere su Internet.