Salvatore Esposito libro: l’autobiografia del boss COMMENTA  

Salvatore Esposito libro: l’autobiografia del boss COMMENTA  

Genny Savastano
Genny Savastano

Salvatore Esposito ha presentato alla Feltrinelli di Piazza dei Martiri a Napoli la sua autobiografia “Non volevo diventare un boss”

Salvatore Esposito, alias Genny Savastano della serie tv Gomorra (in onda su Sky Atlantic), pubblica la sua autobiografia per Rizzoli, lanciando un’evidente parallelo col suo famosissimo personaggio, così come si evince dal titolo molto eloquente: “Non volevo diventare un boss”.

Ovviamente il riferimento è al ruolo ricoperto nella serie cult, ormai giunta alla fine della seconda stagione; ma anche ai suoi trascorsi, alle difficoltà nel diventare attore e ai sacrifici a cui è stato disposto per raggiungere l’obbiettivo prefissatosi. La celebrità si raggiunge per passaggi, a volte intricati e spesso imbarazzanti ma che, una volta analizzati attraverso le maglie dei ricordi, riempiono di orgoglio. Tuttavia Salvatore Esposito rigetta una categorizzazione al libro che contiene le sue verità, a suo giudizio “non può essere una biografia, sono troppo giovane”. La sua è anche una storia di manifesti affissi e pizze portate in giro per la sua Napoli, tutto per quella sua passione. Ma è anche il racconto di una città contraddittoria, alveo di brutture e difficoltà così come di bellezze e unicità che ti lasciano senza fiato, da cui forse si può intravedere il ponte per un futuro radioso, per scappare da quella malavita a cui lo stesso attore ha saputo rispondere di no senza accettarne le lusinghe.


La presentazione, avvenuta venerdì 11 novembre alla Feltrinelli di Piazza dei Martiri a Napoli, in cui ha anche firmato copie ai fan, si è svolta nel periodo in cui stanno procedendo le registrazioni per la terza serie, che si prevede foriera di successi e grandi ascolti come quelle precedenti.


Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*