Spagna: “gambe nuove” per un 20enne COMMENTA  

Spagna: “gambe nuove” per un 20enne COMMENTA  

Ha mosso i primi passi in una piscina del La Fe Hospital di Valencia il ragazzo ventenne che il 10 luglio scorso è stato sottoposto al primo trapianto al mondo di entrambe le gambe. L’operazione, informa The Telegraph è stata realizzata da un team di 50 medici e coordinata dal chirurgo Pedro Cavadas.


Il fatto è di quelli che fanno notizia: è stato effettuato in Spagna il primo trapianto di gambe al mondo, a darne notizia sono fonti ospedaliere citate nell’edizione on line di El Mundo. All’ospedale universitario di La Fè a Valencia, sono stati impiantati gli arti inferiori a un giovane che, privo di entrambe le gambe per un’amputazione che aveva lasciato pochi cm dal bacino, non tollerava le protesi ed era costretto a servirsi di una sedia a rotelle.


Il ragazzo che ha subito il trapianto aveva perso entrambe le gambe in un incidente stradale e, a detta dei medici del La Fe, non sopportava l’applicazione delle protesi a causa di ablazione alta e condizioni anatomiche che non favorivano l’utilizzo di protesi. Fino al momento dell’operazione il paziente utilizzava una sedia a rotelle. Dopo aver ottenuto il consenso della “Organización Nacional de transplante” il “Dipartimento di Sanità”  ha intrapreso la ricerca di donatore che è durata circa un anno, fino a quando gli sono state impiantate le gambe di un ragazzo morto in un incidente di motocicletta.

Sono state prima collegate le ossa, poi tendini e poi arterie e nervi dopo aver estratto il sangue dalle gambe del donatore e averle sostituite con sangue affine a quello del paziente.

L'articolo prosegue subito dopo


L’intervento, durato ben 13 ore, è stato effettuato da un team composto da 35 persone tra anestesisti, immunologi e personale sanitario, sotto il coordinamento di quello che è diventato il primo chirurgo al mondo ad effettuare un’operazione simile: Pedro Cavadas. Il chirurgo è stato rinominato dalla stampa spagnola: “Dottor Miracolo”.

Cavadas di recente ha dichiarato che il decorso post-operatorio sta procedendo molto bene, ma anche che saranno necessari diversi mesi prima che il giovane possa riprendere a camminare senza sostegni.

Chi è “Dottor Miracolo”?

Pedro Cavadas-Rodriguez, celebre chirurgo che opera nella ricostruzione microchirurgica dal 1994, cresciuto tra gli agi, a un certo punto perde il fratello in un incidente durante un viaggio in Kenya. Si innamora dell’Africa, rinuncia al lusso e vende le sue macchine sportive. Cambia la propria prospettiva di vita e mette le sue abilità e il suo talento al servizio dei bisognosi.

E’ noto alla comunita’ scientifica per aver condotto, nel 2009, un trapianto di viso, inclusa mandibola e lingua, su un uomo di 43 anni.

Nel 2006, Cavadas, ha trapiantato su una donna colombiana entrambe le mani e nel 2008 ha riattaccato la gamba destra ad un ragazzo di 20 anni. Nell’ottobre 2008, il secondo trapianto eseguito in tutto il mondo di entrambi gli avambracci e mani nello stesso anno ha anche rimosso un tumore, situato nel torace della figlia di un collaboratore di Hugo Chavez.

Il chirurgo ha fatto nascere nel 2003 una fondazione che porta il suo nome e opera nei Paesi africani soprattutto sui bambini e sulle persone che hanno subito ferite da arma da fuoco e machete e non hanno accesso ai medicinali. Opera principalmente nelle regione del Kenya occidentale, mentre i casi piu’ complessi vengono trattati in Spagna.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*