Striscione contro Icardi: cosa ha fatto?

Striscione contro Icardi: cosa ha fatto?

Sport

Striscione contro Icardi: cosa ha fatto?

Icardi e il momento no dell'Inter
Icardi e il momento no dell'Inter

Non è un bel momento in casa Inter: dopo la sconfitta in casa contro il Cagliari, Icardi viene minacciato dai suoi stessi tifosi nerazzurri.

Inter-Cagliari 1-2

Domenica 16 Ottobre, come altre volte nella sua carriera, Mauro Icardi, 23 anni, si presenta davanti al dischetto del rigore contro Storari, portiere del Cagliari. Come poche altre volte, però, il capitano dell’Inter sbaglia il rigore e viene fischiato dalla curva degli ultras nerazurri.

La partita finisce 1-2 per i sardi e la squadra milanese finisce ancora sotto accusa da parte dei tifosi: in 8 partite, la squadra di De Boer ha collezionato solo 3 vittorie e ben 3 sconfitte e 2 pareggi.

Sempre avanti” (?)

In questo clima già teso, Maurito Icardi finisce ancora al centro dei riflettori. Nella sua autobiografia “Sempre avanti. La mia storia segreta”- uscita lo scorso 11 Ottobre – ha riportato i turbolenti retroscena della partita Sassuolo-Inter del Febbraio 2015.

In quell’occasione il Sassuolo aveva sconfitto l’Inter per 3-1 e, a match concluso, Icardi si era recato sotto la curva dei suoi tifosi per ringraziarli del loro supporto in quell’amaro momento.

Toltosi la maglia l’aveva quindi lanciata all’indirizzo di un ragazzino. Un ultras però – secondo la ricostruzione di Icardi nel suo libro – l’avrebbe strappata di mano al piccolo tifoso e l’avrebbe rilanciata al mittente. Il gesto aveva scatenato una rissa verbale tra giocatori dell’Inter e i tifosi.

Alle successive minacce dei tifosi, l’attaccante, secondo quanto scritto nella biografia, avrebbe replicato: “Sono pronto ad affrontarli uno a uno. Forse non sanno che sono cresciuto in uno dei quartieri sudamericani con il più alto tasso di criminalità e di morti ammazzati per strada. Quanti sono? Cinquanta, cento, duecento? […] Porto cento criminali dall’Argentina che li ammazzano lì sul posto, poi vediamo”.

I tifosi dell’Inter, dopo il fallimento contro il Cagliari e il rigore sbalgiato dall’argentino, hanno chiesto la revoca della fascia di capitano e gli han fatto trovare sotto casa uno striscione di risposta: “Noi ci siamo, i tuoi amici argentini?

L’Inter ha promesso dei provvedimenti nei confronti del giocatore, reo di aver offeso la curva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche