Succo di mela: utile come antitumorale COMMENTA  

Succo di mela: utile come antitumorale COMMENTA  

“Una mela al giorno toglie il medico di torno”: il succo di mela, un potente antitumorale

Studi recenti da sempre hanno convalidato il fondamento scientifico che la mela sia uno dei più importanti frutti da assumere quotidianamente dato che vanta ottime proprietà antiossidanti utili alla salute ed alcune molecole del frutto hanno anche proprietà antitumorali. A rivelare la scoperta, su Scientific Reports, è stato un gruppo di ricercatori coordinato dall’Istituto di scienze dell’alimentazione del Consiglio nazionale delle ricerche (Isa-Cnr) in collaborazione con il Dipartimento di chimica e biologia dell’Università di Salerno.


Da diversi anni è riportato in letteratura che il succo di mela ha effetti di prevenzione sul cancro al colon retto, ma non è chiaro il meccanismo molecolare, ossia il modo in cui i polifenoli presenti nel succo operano in funzione antitumorale”, spiega Angelo Facchiano, ricercatore Isa-Cnr e tra gli autori del lavoro. “Noi abbiamo studiato per la prima volta in modo specifico proprio quali molecole antiossidanti vanno ad agire e su quali specifiche proteine della cellula”.


L’equipe di ricerca ha analizzato tre varietà ben note di mela, Annurca, Red Delicious, Golden Delicious, per i principali composti antiossidanti: “I polifenoli della mela ostacolano in particolare la replicazione ed espressione del DNA nelle cellule cancerose del colon, in particolare questo impedisce loro di duplicarsi e far crescere la massa tumorale; Inoltre, abbiamo scoperto che le proteine su cui i polifenoli potrebbero agire sono le stesse su cui agiscono alcuni farmaci antitumorali recentemente sviluppati. L’ipotesi, su cui sarà necessario effettuare ulteriori studi, è quindi che alcuni composti presenti nelle mele abbiano un effetto preventivo agendo proprio sugli stessi meccanismi che vengono colpiti dai farmaci”, spiega Dottor Facchiano.


Conoscere che un certo tipo di cellula è il bersaglio a cui mirare “è importante, ma non è sufficiente. Per avere una visione completa e mettere a punto eventuali terapie è necessario conoscere quali sono i meccanismi molecolari e quali proteine sono coinvolte”, conclude il ricercatore. “Oltre che di tecniche di chimica analitica, ci siamo avvalsi di bioinformatica e simulazioni molecolari. È stato possibile riprodurre al computer un gran numero di ‘esperimenti’ per individuare quali interazioni avvengano tra i composti antiossidanti presenti nelle mele e le proteine dell’uomo: una metodologia che offre grandi potenzialità e opportunità, tra cui quella di limitare la necessità di esperimenti di laboratorio che richiederebbero l’uso di reagenti costosi e strumentazioni complesse”.

L'articolo prosegue subito dopo


I benefici ascrivibili al succo di mela sono da sempre conosciuti ma ciò che ora pone l’attenzione dei ricercatori e degli esseri viventi è che abbia favolose ed importanti proprietà antitumorali. La mela viene ad essere un frutto ricco di antiossidanti utili alla salute dell’intero corpo umano. Il succo di mela viene ad essere annoverato un vero e proprio alleato della salute. è stato provato e confermato che una mela al giorno può diminuire i decessi annuali. Ciò è dovuto perché una fonte ricca di acqua, di proteine, di sali minerali come potassio, zolfo, fosforo, magnesio, vitamine (A, C,B1,B2,B3,PP) e di zuccheri semplici è presente nella mela, specie in quella rossa. Il succo di mela contiene anche polifenoli e flavonoidi, antiossidanti utili per la prevenzione di numerose patologie tumorali.
Se assunto quotidianamente, il succo di mela apporta diversi benefici:

  • facilita la digestione ed inibisce l’assorbimento del colesterolo presente nel cibo,
  • consente di combattere l’asma agevolando il lavoro dei polmoni,
  • ha funzione detossinante,
  • è un potente lassativo, le fibre contenute nella mela regolarizzano le funzioni intestinali,
  • stabilizza la glicemia ed il colesterolo nel sangue,
  • è indicato nelle diete ipocaloriche dato che conta poche calorie 38 calorie ogni 100 grammi di parte edibile,
  • fornisce un senso di sazietà, placando la fame,
  • riduce e previene le malattie tumorali,
  • contrasta l’insorgenza del morbo di Alzaheimer,
  • migliora l’umore degli esseri viventi conferendo felicità e benessere.

Leggi anche

appendice
Salute

Appendice: ecco a cosa serve

Individuata da un gruppo di ricercatori della Midwestern University la funzione specifica dell'appendice, un tempo considerata mera vestigia filogenetica. Conosciuta anche come appendice vermiforme o appendice cecale, l'appendice è un prolungamento dell'intestino crasso; per la Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*