Tolkien: in arrivo un film biografico

Cultura

Tolkien: in arrivo un film biografico

Tolkien
La tomba di J.R.R. Tolkien e di sua moglie Edith.

La pellicola affronterà gli anni giovanili di Tolkien, in particolare l’amore con sua moglie Edith e l’esperienza della Prima guerra mondiale.

Si intitolerà Middle Earth, ovvero Terra di Mezzo, con un evidente richiamo alla sua opera più celebre, il film dedicato agli anni giovanili di John Ronald Reuel Tolkien, creatore della trilogia Il signore degli anelli e di altri romanzi seminali per il genere fantasy – anche se la definizione appare quantomeno riduttiva -, da Lo Hobbit all’incompiuto Il Silmarillion. Il film sarà prodotto dalla Unique Features di Bob Shaye e Michael Lynne, per venti anni alla guida della New Line Cinema – vale a dire la casa di produzione che ha accompagnato il neozelandese Peter Jackson nella realizzazione delle due trilogie cinematografiche tratte da Tolkien, Il signore degli anelli e Lo Hobbit -, con l’ausilio di Rachael Horovitz, collaboratrice di vecchia data del duo (fu lei a portare entro lo steccato New Line i successi a sorpresa Moneyball e A proposito di Schmidt).
Nel film, l’attività letteraria dello scrittore e docente di inglese antico non sarà il perno della narrazione.

Tutt’altro, Middle Earth racconterà i prodromi dell’attività di romanziere di Tolkien. Al centro del racconto, infatti, ci saranno gli anni giovanili dello scrittore e il suo rapporto con l’amata moglie Edith Bratt: i due si conobbero quando Tolkien aveva diciotto anni, ma il suo tutore, un prete cattolico, gli impedì di vederla fino al compimento del ventunesimo anno di età. Quando i due ebbero modo di ricongiungersi, scoppiò la Prima guerra mondiale e Tolkien si arruolò nei fucilieri, dove conobbe alcuni di coloro che ha sempre considerato tra i suoi amici più cari, molti dei quali persero la vita in battaglia. Fu proprio l’esperienza bellica a suggerire al futuro scrittore atmosfere e personaggi dei suoi futuri successi letterari: la stessa Terra di Mezzo di Il signore degli anelli – di qui il titolo scelto per il film, evidentemente non un semplice omaggio – sarebbe un’allegoria dell’Europa martoriata dalla guerra.
La sceneggiatura di Middle Earth è opera dello sceneggiatore televisivo Angus Fletcher, che avrebbe trascorso sei anni a raccogliere materiali documentali e interviste sugli anni giovanili di Tolkien.

Il regista designato è invece James Strong, la cui carriera si è a sua volta sviluppata principalmente in televisione: ha infatti diretto numerosi episodi di Doctor Who e Downtown Abbey, oltre a partecipare al progetto 11.22.63, dal romanzo di Stephen King, prodotto da J.J. Abrams. Le prevendite estere saranno a cura di Protagonist Pictures, e vedranno il loro kickoff a febbraio 2017, in occasione della prossima Berlinale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...