Udinese-Juventus, 1-1: ecco le pagelle. E’ duello tra Zapata e Bonucci COMMENTA  

Udinese-Juventus, 1-1: ecco le pagelle. E’ duello tra Zapata e Bonucci COMMENTA  

Udinese-Juventus, 1-1: ecco le pagelle. E' duello tra Zapata e Bonucci
Udinese-Juventus, 1-1: ecco le pagelle. E' duello tra Zapata e Bonucci

Zapata fa tutto da solo e mette in difficoltà l’intera difesa della Juventus. Bonucci si riprende dopo l’errore nel gol subito. E si vendica.

Ecco i migliori e i peggiori della Dacia Arena, nella partita tra Udinese e Juventus, conclusasi con un politico 1-1. Zapata gioca per conto suo e crea seri problemi all’intera difesa bianconera. Dall’altro canto, invece, Bonucci si rialza dopo il madornale errore nel gol subito. Davanti steccano Dybala, Higuaín e Mandzukić.

Udinese

KARNEZIS: 6 – Preciso. Ma gli avversari incontrano poche volte lo specchio della porta.

WIDMER: 5,5 – Puntuale nel bloccare Mandzukić sulla fascia. Peccato si perda il Bonucci del gol.

DANILO: 6,5 – Domina sulle palle aeree e ruba terreno a Higuaín.

FELIPE: 6,5 – E’ parte di una solida barriera per fermare Higuaín. L’attaccante bianconero, infatti, tocca pochissimi palloni in area di rigore.

L'articolo prosegue subito dopo

SAMIR: 7 – Impassibile, procede come una roccia. E colleziona chiusure su chiusure.

FOFANA: 6 – Attivo e frenetico. E’ una spina nel fianco per tutto il centrocampo juventino (dal 39’, BADU: 6 – Prezioso nel finale, quando estirpa i palloni dai piedi dei bianconeri).

HALLFREDSSON: 6,5 – Duella con Dybala, mostra coraggio e sbaglia pochissimi interventi. Purtroppo non è abbastanza incisivo in fase offensiva e fatica a seguire i vari ritmi della squadra.

JANKTO: 6,5 – Indispensabile in difesa. In ogni caso, è stata una partita di sacrificio.

DE PAUL: 6 – E’ un missile in velocità ma non riesce a concretizzare nell’area avversaria (dal 76’, ANGELLA: sv – Riequilibra il match nel finale).

ZAPATA: 7 – Basta solo lui a far tremare le gambe alla difesa della Juventus. Bonucci palesemente in affanno quando deve avere a che fare con lui che si muove a piacimento e in totale libertà creativa.

PERICA: 5 – Si perde Bonucci nel momento in cui realizza il gol. Quasi assente (dall’85,’ MATOS: sv – Poche palle giocabili).

All. DEL NERI: 7 – Era stato attaccato per la mancata convocazione di Cyril Théréau. Ciò nonostante, i suoi uomini sono riusciti a mettere in difficoltà la Juventus, sia sul piano del gioco e che nella mentalità. Alcuni errori nella ripresa. I friulani avrebbero potuto vincere.

Juventus

BUFFON: 5,5 – Zapata lo beffa e gli fa passare la palla sotto le gambe. Per il resto della partita, si annoia.

ALVES: 5,5 – Corre molto sulla fascia, ma riesce ad avere la meglio su Samir che lo assedia.

BONUCCI: 6,5 – Brutto l’errore sul gol di Zapata che lo salta con impeto. Poi, però, si vendica con una rete che riporta in gara la Juve. Si riattiva nel secondo tempo.

CHIELLINI: 6 – Si conquista la sufficienza soltanto per alcuni interventi scolastici in area di rigore (dal 56’, BENATIA: 6,5 – Di buon impatto. Aiuta Bonucci a marcare Zapata).

SANDRO: 6 – Perfetto in difesa ma assente in attacco.

KHEDIRA: 6 – Perno imprescindibile del centrocampo. Cerca di tenere unita la squadra ma anche lui fatica. Ciò nonostante, ha fatto un buon lavoro in mezzo al campo.

PJANIĆ: 5 – Ritmi bassi a centrocampo. Non riesce a fare la differenza e viene continnuamente murato dagli avversari.

CUADRADO: 5,5 – Non abbastanza da superare Samir. Discontinuo. Non si è potuto contare molto su di lui (dal 72’, PJACA: 5,5 – Errori e nulla di più).

DYBALA: 5,5 – Si perde. E si dimentica di puntare Hallfredsson e di servire Higuaín. Nessuna intesa tra gli argentini (dall’87’, RINCÓN: sv – Sarebbe dovuto entrare prima. Avrebbe aiutato in velocità)

MANDZUKIĆ: 5 – Lotta nel primo tempo ma nella ripresa è inesistente. Poteva essere la gara giusta per il riposo.

HIGUAÍN: 5 – Viene considerato pochissime volte dai compagni di reparto. Nemmeno lui fa molto per conquistare palla e campo. Vaga senza meta.

All. ALLEGRI: 5 – Un approccio della squadra non degno della Juventus che fa fatica a rimontare il risultato. Tollerabile il cambio Benatia-Chiellini. Ma tutti attendevano Pjaca già nella prima parte della ripresa. Senza spiegazione, invece, il cambio Rincón-Dybala nel finale.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*