Un bicchiere di vino rosso al giorno rallenta il declino cognitivo, dicono i ricercatori COMMENTA  

Un bicchiere di vino rosso al giorno rallenta il declino cognitivo, dicono i ricercatori COMMENTA  

Spesso vediamo studi che sono in conflitto per quanto riguarda il cibo in Internet. Qualcuno dice che il latte di mucca è ottimo, altri che è dannoso per la salute. Ma quando si tratta di vino, sembra che le persone siano d’accordo: un bicchiere di vino rosso al giorno è ottimo per la salute.


Infatti, il vino rosso fa molto di più che accompagnare il cibo. Può preservare la memoria più a lungo, come dicono i ricercatori.
Gli scienziati della Rush University Medical Center in Chicago si sono concentrati su uno studio del National Institute sull’invecchiamento che è stato pubblicato in Alzheimers & Dementia: The Journal of the Alzheimers Association. Lo studio ha mostrato che solo un bicchiere di vino rosso al giorno permette di ritardare la demenza in coloro che sono rischio e mantiene la mente attiva.


Come già sai, il declino cognitivo è una parte normale dell’invecchiamento.

Tutti sperimentano il declino con l’invecchiamento e l’Alzheimer, è una delle sei cause di morte negli Stati Uniti con circa il 60-80% di casi di demenza, come riferito da Martha Clare Morris, un epidemiologa nutrizionale alla Rush University Medical Center, come ha riferito in un comunicato in base a un nuovo studio.


Morris e il suo team di ricercatori hanno dimostrato che gli adulti che hanno seguito una dieta chiamata MIND, descritta come una dieta ibrida di quella mediterranea che enfatizza i cibi che si basano sulle piante, erano il 7.5 più giovane a livello cognitivo in un periodo di cinque anni rispetto a coloro che hanno aderito alla dieta all’ultimo.

L'articolo prosegue subito dopo


Abbiamo studiato gli effetti della nutrizione sulla demenza da 20 anni e sentiamo che è tempo di considerare una dieta che incorpori tutta la scienza sulla nutrizione e il cervello, ha spiegato Morris.

Per fare ciò, i ricercatori hanno fatto uno studio su circa 960 adulti con una età media di 81.4 anni in Chicago in un periodo di 4.7 anni. Hanno scoperto un declino più letno per l’abilità mentale tra i seniors che hanno aderito alla dieta MIND.

Questa dieta che si concentra sui cibi conosciuti per fornire la protezione più grande del declino cognitivo. I cibi includono i cereali, i vegetali a foglia verde, olio di oliva, fagioli, nocciole, il pollo di tanto in tanto e il vino. Coloro che seguono la dieta limitano il consumo di questi alimenti appartenenti alla carne rossa, il burro, il formaggio, il panetto di margarina, i dolci, i pasticcini e i fritti o il cibo da fast food che mangiano. I soli frutti della dieta sono le bacche.

Lo studio dimostra che la dieta rallenta il declino cognitivo con l’età, ha detto Morris. In un sondaggio precedente, i ricercatori hanno annunciato che la dieta sviluppata presso il Rush University Medical Center potrebbe anche ridurre il rischio di sviluppare una malattia come l’Alzheimer. Nello specifico, questa dieta abbassa il rischio di malattie del 53% in coloro che hanno aderito rigorosamente alla dieta e del 35% in coloro che l’hanno seguita in modo moderato.

Altri studi sul declino cognitivo hanno anche dimostrato il vino contiene flavonoidi, dei componenti naturali che hanno un effetto anti-ossidante, che aiuta per la circolazione migliorando le capacità cognitive. I flavonoidi sono pensati per detergere i chimici che sono dannoso e sono prodotti dal corpo.

Bere un bicchiere di vino rosso con moderazione potrebbe aiutare con la funzione cognitiva e riduce il rischio di sviluppare malattie come l’Alzheimer, il che è una buona ragione per sentirsi bene quando beviamo il nostro bicchiere di vino rosso al giorno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*