Un uomo entra nel bagno delle donne per mangiare le feci, e la fa da otto anni - Notizie.it
Un uomo entra nel bagno delle donne per mangiare le feci, e la fa da otto anni
Style

Un uomo entra nel bagno delle donne per mangiare le feci, e la fa da otto anni

E’ una notizia arrivata dalla Cina che racconta di un uomo, che regolarmente s’intrufolava in un gabinetto delle donne per mangiare le feci.

Il rapporto della polizia afferma che l’uomo è stato catturato mentre usciva dal bagno delle donne, Shanghaiist.com – la fonte della notizia – aggiunge che lo ha fatto per otto anni. Invece una trasmissione ha riportato: “Un uomo è stato avvistato in più occasioni che entrava nella toilette per signore in un centro commerciale, nel quartiere Pengjiang della città di Jiangmen, provincia di Guangdong, a mangiare escrementi trovati nella toilette. “Secondo una guardia di sicurezza al centro commerciale, l’uomo è stato avvistato visitare i gabinetti dall’inizio di quest’anno.

L’uomo entrava nel bagno del secondo piano per trovare le feci da mangiare. Di solito si nell’orario tra 08:00-10:00 durante la prima metà della giornata, e poi viene di nuovo intorno alle 15:00,” ha riferito la guardia.

Ha aggiunto che l’uomo entrava nel bagno prima che le donne fossero in grado di tirare lo sciacquone del gabinetto. ”

La fonte delle notizie sostiene un residente femminile del posto ha detto a Guangdong TV che le azioni dell’uomo che vaga nei bagni pubblici hanno lasciato una sensazione d’incredibile disagio, soprattutto perché è stato visto in agguato in un altro bagno femminile nelle vicinanze. Un medico dell’ospedale della città di Jiangmen ha detto ai giornalisti che è molto possibile che egli abbia una forma di malattia mentale.

I servizi igienici delle donne all’interno del centro commerciale ora sono stati chiusi, e i residenti chiedono al governo cinese di aiutare l’uomo nel farsi curare. L’uomo di fronte ad una giornalista dice di mangiare le feci quando ha fame,e che si sente sempre meglio dopo aver mangiato – e fa così da otto anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche