Viaggio per le basi Nasa abbandonate COMMENTA  

Viaggio per le basi Nasa abbandonate COMMENTA  

Una delle vecchie tute. Nessuno sa bene cosa farsene.

Cosa succede ai luoghi che hanno lanciato l’uomo nello spazio quando la tecnologia è superata? Unitevi a noi in un viaggio tra le basi Nasa abbandonate.

Spazio, ultima frontiera. Così cominciava Star Trek nel lontano 1966: il futuro del viaggio spaziale sembrava sconfinato, e di li a soli tre anni l’uomo avrebbe messo piede sulla luna. Da quell’epoca le cose hanno rallentato, e per quanto siamo andati avanti a esplorare le stelle non abbiamo mai raggiunto un risultato simile. Eppure, le stazioni e i veicoli si sono evoluti, i sistemi di lancio sono stati aggiornati, ed è tutto molto più scintillante e avveniristico di cinquant’anni fa.

Leggi anche: Ospedale abbandonato da anni, ma c’è una luce misteriosa


Ma cosa succede alle attrezzature vecchie e superate che erano l’orgoglio della scienza dell’epoca? Vengono abbandonate.

basi nasa abbandonate

Questa è l’idea dietro Abandoned in Place: Preserving America’s Space History. Il libro dell’università del New Mexico esplora le basi Nasa abbandonate in un viaggio attraverso la storia. Storia di uomini coraggiosi, di ingegneri geniali e della tecnologia più all’avanguardia che il genere umano abbia mai prodotto. Ma ormai quell’energia è superata: oggi il vostro cellulare è svariate volte più potente di tutti i computer utilizzati per arrivare sulla luna.

Leggi anche: “Il palloncino è il fantasma del figlio morto”: il momento incredibile al funerale


basi nasa abbandonate

I fantasmi sono l’ultima cosa che resta nelle basi Nasa abbandonate. Alcune sono ancora mantenute dall’esercito, altre sono semplicemente state costruite con materiali così resistenti che è quasi impossibile abbatterle. Alla fine gli ingegneri hanno scoperto che se costruisci degli edifici per resistere alla spinta di un razzo, poi tirarli giù diventa complicato. E allora restano li, a custodire il passato glorioso dell’industria spaziale americana.


1 / 5
1 / 5
  • Lo sportello d'apertura di uno dei siti di lancio che guarda un cielo infinito.
  • Le basi della Nasa sono sempre in posti desertici, con le impalcature che si stagliano contro il cielo blu.
  • Alcune stanze sono allagate, ma i materiali erano stati inventati per resistere a ben altro.
  • Una piattaforma di lancio mobile vista dal basso. Dopo tutto questo tempo, sembra ancora tecnologia aliena.
  • Una delle vecchie tute. Nessuno sa bene cosa farsene.

Leggi anche

singapore zoo
Viaggi

Zoo Singapore: orari, prezzi, cosa vedere

Lo zoo di Singapore è un ambiente dove gli animali vagano liberamente in habitat aperti e naturalistici, e dove potrete vedere tantissime specie.   Lo Zoo di Singapore è noto ufficialmente come “Singapore Zoological Gardens” e localmente come “Mandai Zoo”. Si estende su una superficie di 28 ettari di foresta tropicale ed è famoso in quanto dal 1973, è stato conosciuto e apprezzato per avere una tra le più belle impostazioni di parchi con fauna selvatica in tutto il mondo, dove gli animali vagano liberamente in ambienti aperti e naturalistici. Tra le principali attrazioni del giardino zoologico è possibile trovare Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*