Vuoi riconoscere un traditore? Ecco 5 indizi COMMENTA  

Vuoi riconoscere un traditore? Ecco 5 indizi COMMENTA  

Esistono segnali che, se ben interpretati, possono portarci a scoprire un traditore. Il sito Incontri-Extraconiugali.com, specializzato appunto in scappatelle e adulteri, ha pubblicato una classifica dei comportamenti che aiutano a smascherare un traditore. Il portale ha stilato il vademecum con la collaborazione dei suoi iscritti. Ecco quali sono stati i risultati. Al primo posto, come indizio per “stanare” un traditore vi è lo sguardo: per il 31% degli intervistati la persona che ha una certa predisposizione a tradire ha uno sguardo intenso, malizioso e seducente quando si trova a contatto con gli altri.


Basta osservarlo in particolari situazioni, oppure al lavoro o in palestra per capire che ha un unico obiettivo: soddisfare la passione e il desiderio. Al secondo posto, secondo il 28% dei partecipanti al sondaggio, vi è il movimento del corpo. I gesti e le posizioni che assumiamo inconsapevolmente rivelano stati d’animo e atteggiamenti.


Ad esempio, l’uomo predisposto al tradimento non mette mai le mani in tasca, perché in genere è sempre sicuro di sé e non ha mai ripensamenti o rimorsi.

Al terzo posto vi è il possesso di macchine spaziose e comode: i fedifraghi sono sempre pronti a cogliere al volo scappatelle furtive, quindi è bene che la vettura sia piuttosto pratica e spaziosa, in mancanza di un letto sul quale consumare l’avventura fugace! (lo ha votato il 23% dei partecipanti al sondaggio).

Al quarto posto, per il 14% delle persone che hanno partecipato alla votazione, vi sono le preferenze per ciò che si beve.

L'articolo prosegue subito dopo

Per l’uomo incline alle scappatelle i drink preferiti saranno grappe, brandy e scotch, in quanto hanno un sapore forte e deciso. All’ultimo posto, secondo il 9% dei votanti, un traditore si riconosce dal fatto che guarda spesso l’orologio. Ovviamente chi tradisce ha i minuti contati per dedicarsi alla passione, e in genere è portato a bruciare tutto e subito per tornare prima possibile alla normalità.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*