White:Wide:Wet – Apache – Teatro Litta – 22/25 Gennaio COMMENTA  

White:Wide:Wet – Apache – Teatro Litta – 22/25 Gennaio COMMENTA  

WHITE WIDE WET - 2
Ad inaugurare la seconda stagione della linea APACHE, edizione 2015, il Teatro Litta è lieto di ospitare il primo lavoro come regista di Andrea Pizzalis: performer, fotografo ed artista visivo, apprezzato negli ultimi anni per il suo impegno con alcune delle compagnie di ricerca più importanti in Italia.

WHITE:WIDE:WET

Uno spettacolo di Andrea Pizzalis con Alberto Baraghini, Valentina Beotti, Michela Bruni, Velia Esposito, Giuseppe Innocente, Maria Giulia Mutolo assistenti alla regia Francesca Romana Pizzalis costumi ed allestimenti Andrea Ravieli sound designer Provvidenza Tesauro fotografia e video Luca Caldelli, Matteo Menicocci organizzazione Greenager una co-produzione Carrozzerie n.o.t. con il sostegno di Centrale Fies
Come una sorta di viaggio avventuroso tra Sonno e Veglia, lo spettacolo s’inabissa in uno spazio onirico, terreno di navigazioni e campo di battaglia: un “cadere nel sonno” che, prende spunto da suggestioni filosofiche e letterarie classiche (tra i riferimenti ci sono sicuramente Moby Dick e i saggi di M. Zambrano e J.L.Nancy) per elaborare una partitura drammaturgica originale, dove il testo – a volte scandito, a volte sussurrato, a volte gridato – si fonde completamente con la fisicità del performer sul palco.


Lo spettacolo riunisce un cast di attori (3 uomini e 3 donne) incontrati e selezionati durante la serie di laboratori Spasmi condotta da Pizzalis in giro per l’Italia nel corso dell’ultimo anno.


Dalle note di regia “Moby Dick non è un romanzo di avventure marinaresche.
Tra le pagine non è rintracciabile una sola descrizione del paesaggio.
Vi sono descritte manovre, pratiche di navigazione e istruzioni di caccia per orientarsi verso un mare che non si vede, che si nasconde, che non si respira: un’iridescenza rarefatta che permane come una nostalgia che non bagna più i piedi. Non c’è vento, non ci sono orizzonti sconfinati da contemplare. Solo lo spazio per una discesa dentro il bianco.

L'articolo prosegue subito dopo

Volersi spingere a vedere la Balena significa sporgersi oltre il crepaccio di questa mancanza: provando ad attraversarla, dilatandone le maglie e scoprendo che, in quella sottrazione, resta l’eco di isole remote, sommerse e cancellate da ogni mappa. Immagini che ci rapiscono e ci portano via, in un mondo dai contorni liquidi.”
Andrea Pizzalis è performer, fotografo e artista visivo. Divide la sua formazione tra lo studio di Discipline Filosofico-Teologiche e il lavoro a stretto contatto con alcune tra le più importanti realtà del panorama di ricerca nazionale e internazionale.
Ha lavorato come attore e performer con la Socìetas Raffaello Sanzio, Mario Martone, Emma Dante, ricci/forte e Peeping Tom.
Collabora, come fotografo, con Centrale Fies – Ambienti per la produzione di Performing Arts. Alcuni dei lavori fotografici e installativi sono stati esposti presso la Galleria MetroKubo a Trieste (Visioni Contemporanee), Palazzo Morando a Milano (Vogue Italia) e Galleria La Nuova Pesa a Roma (DoubleSpace).
Questo è il suo primo progetto come regista e autore.

APACHE nasce nel 2014 dalla volontà di Teatro Litta di dare spazio a quelle espressioni di sperimentazione, di contaminazione di linguaggi, di rischio, che altrimenti rimarrebbero relegate in riserve, come accade spesso alle espressioni più fresche e vitali del contemporaneo, nicchie che invece di preservare impediscono la crescita. Per il teatro, escludere o lasciare a festival e rassegne la cura di queste realtà costituisce un peccato mortale: limitarsi a perpetuare una forma storica e storicizzata di spettacolo significa diventare sempre più custode dello status quo e sempre meno luogo di confronto, di innovazione reale. Per questo APACHE propone da gennaio a giugno, per una settimana al mese, 6 compagnie, 6 prime milanesi, 6 tra gli esempi più interessanti di quello che si muove ogni giorno intorno, accanto e sotto di noi.

INFORMAZIONI
Sala La Cavallerizza – Repliche: da giovedì a venerdì ore 21:00 – sabato ore 19:30 e 21:30 – domenica ore 17:00 e 19:00 – Biglietti: intero €10, under 25 e over 60 €8 – Abbonamento: APACHE 6 spettacoli €40

BIGLIETTERIA
C.so Magenta 24, Milano
– ritiro biglietti lunedì/sabato – 18:00/20:00
– informazioni e prenotazioni telefoniche lunedì a sabato – 14:30/19:30 – 02.86.45.45.45
– prenotazione mail promozione@teatrolitta.it
– prevendita online biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito e nei punti vendita Vivaticket

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*