Rick contro Dave: windows 8 è morto?

Guide

Rick contro Dave: windows 8 è morto?

Nei primi mesi in cui la Microsoft ha introdotto sul mercato tecnologico Windows 8, l’azienda sostiene di aver venduto 40 milioni di licenze, ma la questione è molto controversa. Windows 8 è veramente utilizzato da così tanti utenti o in realtà è già morto e sepolto?

Vediamo cosa ne pensano il nostro Dave Johnson, editor High tech comequando ed il suo, ormai storico, amico-nemico Rick Broida, che scrive di tecnologia per CNET, PC World, e Wired.

Rick: Il nuovo sistema operativo di Microsoft rappresenta una partenza piuttosto radicale dalla vecchia concezione Windows, e mi dà credito a provare qualcosa di diverso e di più lungimirante. Purtroppo, la cruda realtà è che Windows 8 non funziona, almeno come sistema operativo desktop. E ‘poco intuitivo al punto di essere user-ostile, e passerà alla storia come un fallimento ben più grande di quanto lo sia stato l’antipatico Windows Vista.

Dave: Davvero, un fallimento totale? Utente ostile? Come puoi affermarlo quando ci sono così pochi cambiamenti sostanziali rispetto a Windows 7? Onestamente, se pensi di continuare ad usare i vecchi programmi desktop che già conosci e ami, hai essenzialmente una cosa da imparare: che facendo clic sul pulsante Start, esso ti porta direttamente alla nuova schermata di avvio.

Funzionalmente, è uguale al vecchio menu di avvio. Ecco, l’ho fatto proprio ora con Windows 8.

Rick: Windows 8 dei miei stivali! mi ritrovo con un menu del tutto sconosciuto e senza opzione per l’avvio nel desktop che invece era più familiare, intendiamoci. Inoltre non c’è nessun pulsante Start. Nessun modo ovvio per chiudere un’applicazione aperta. Nessun modo ovvio per spegnere il computer (scherzi a parte, si deve cliccare su Impostazioni? Certo, sempre se scoprite dov’è). Supponendo che un utente abbia fatto finalmente trovato il modo di impostare il vecchio desktop, non c’è ancora nessun pulsante Start. Quindi, come si fa a fare … qualsiasi cosa? Non sto dicendo che le persone non possono apprezzare un metodo nuovo, ma semplicemente che Microsoft ha costretto gli utenti a questi cambiamenti senza benefici distinguibili.

Dave: Onestamente, penso che tu stia esagerando. C’è un po’di animazione che descrive la nuova interfaccia, la prima volta che si avvia Windows 8 (o forse hai ignorato la schermata e stai solo piagnucolando?), E la maggior parte di ciò che descrivi è solo un poco più fastidioso rispetto a come eravamo abituati.

Ci sono un sacco di siti con cui imparare a fare tutte quelle cose, diamine, basta che cerchi un video su come utilizzare Windows 8 per imparare a chiudere le applicazioni “moderne”..o forse ti si sono anchilosate le dita? Devi solo imparare ad usare il nuovo software. Perché è così catastrofico per te?

Rick: Guarda, io sono un ragazzo abbastanza esperto di tecnologia. E sono anche appassionato di cose nuove e luccicanti, come sicuramente è anche l’interfaccia Metro di Windows 8. Ma questo non migliora la mia esperienza di elaborazione, di neanche una virgola. Al contrario: Mi fa irrita perché l’organizzazione del software è scomoda per trovare quello che sto cercando. Certo, posso sempre tornare al tradizionale desktop di Windows, e nel qual caso cosa caspita dovrei farmene, secondo te, di Windows 8? Oh, certo, posso sempre accontentarmi di fare il mio lavoro senza il beneficio di un pulsante di avvio.

Suvvia, è ridicolo! Non mi dispiace imparare cose nuove quando ha senso farlo. Ma a meno che non stia usando un tablet, Windows 8 non ha senso per me.

Dave: Ok, ecco qualcosa in cui entrambi possiamo essere d’accordo. Hai citato le icone nella nuova schermata Metro Start, ed è chiaro che sono un disastro assoluto. Invece di icone visivamente uniche con etichette di testo chiare, queste piastrelle sono blocchi indifferenziati di foto impossibli da distinguere. E ‘una sfida frustrante per trovare i programmi nella nuova schermata di avvio. E questo non perché sia in qualche modo spaventosa e diversa (cosa che tu sembri credere), ma perché tutte le applicazioni sembrano esattamente uguali una all’altra, come boe alla deriva in un mare di monotonia.

Rick: Esattamente. E proprio perché finalmente stai prendendo il toro per le corna, io riconosco che Windows 8 non offre alcuni vantaggio, tra cui tempi di avvio più rapidi, il Pandora Xbox Music, una solida integrazione di SkyDrive, e un fantastico aggiornamento / reimpostazione dell’opzioni di windows.

Secondo te questo è abbastanza per fare venire voglia di aggiornare? Non credo proprio. Soprattutto se si considera che con Microsoft ora si paga un supplemento per Windows Media Center, una caratteristica che ho amato per anni e che ora non sopporto. E’sempre stato incluso al sistema operativo, ora invece c’è una tassa da pagare. Perché, Microsoft, perché? Disgraziato!

Dave: Quindi, ora che sei un po’più razionale, parliamo della proposta di aggiornamento. Ho Windows 8 sul mio PC di casa da mesi ormai. Certo, l’ho comprato quando costava solo 15 euro , ma è ancora possibile acquistarlo in qualche modo a buon mercato. Si avvia molto più velocemente, anzi soprannaturalmente veloce. Mi piace il fatto che posso proteggere il mio computer con una password o con un a 4 cifre, che è sia sicuro che conveniente. Il supporto multi-monitor è notevolmente migliore rispetto a qualsiasi versione precedente di Windows. Metro è un pò troppo da usare, ma ci sono un sacco di app e di opzioni fantastiche, ma come fai ad odiarlo quando è così facile adattarvisi?

Rick: Ti sbagli per due motivi. In primo luogo, l’aggiornamento di Windows 8 ora viene venduto per 119 euro, un prezzo ridicolmente alto, a mio modesto parere. In secondo luogo, sono d’accordo che è “facile da adattarvisi”, per tutti i motivi che hai citato sopra. Chiunque abbia familiarità con le versioni precedenti di Windows si troverà ad affrontare una curva di apprendimento ripida e stridente. Ma se nessuno usa le applicazioni Metro (come tu stesso hai appena ammesso), che sono senza dubbio il punto forte di Windows 8 (sono il punto focale di ogni sforzo di commercializzazione), perché preoccuparsi di aggiornarle? Fidati di me: Ci sarà un enorme “mercato nero” per le licenze di Windows 7.

Dave: Beh, penso che tu stia perdendo il punto di tutto questo comunque. Certo, Microsoft sta lanciando Windows 8 come sistema operativo desktop per ora, ma ha gli occhi puntati sul futuro. Non passerà molto tempo prima che ne esca una nuove versione. Quindi la vera domanda è: Windows 8 lavora meglio sul Tablet, o è meglio per l’ iPad? Ecco cosa penso: Windows 8 funziona meglio sul Tablet. Ma è un po’ accademico oggi perché non ci sono applicazioni decenti che qualcuno vorrebbe utilizzare.

Rick: Sono d’accordo che il futuro sembra migliore per Windows 8 rispetto al presente. In un paio di anni, potremmo avere tutti PC compressi, o almeno touchscreen abilitati per i computer portatili, al punto che Windows 8 potrebbe sembrare meno oneroso. Ma rimango fermo nella convinzione che come sistema operativo desktop, uno abituato con mouse e tastiera è meglio che eviti Windows 8. Si può vivere con esso? Adattarsi ad esso? Potrebbe piacere? Certo. Ma ora a che cosa serve? Sicuramente a ben poco. Se la Microsoft avesse veramente a cuore la soddisfazione del cliente, dovrebbe offrirgli la scelta sul sistema operativo e non imporre Windows 8 a tutti i costi.

Dave: Ho capito quello che intendi, ma quello che suggerisci è semplicemente ridicolo. Microsoft non dovrebbe offrire una scelta con riguardo al sistema operativo; è come se la Ford dovesse continuare a vendere i vecchi modelli delle sue vetture, sulla remota possibilità che qualcuno preferisca le versioni vecchie a quelle nuove. Ciò non significa che la Microsoft non si preoccuperebbe affatto dei propri clienti, invece la società sta semplicemente cercando di evolversi in modo da non fare la fine del telefono a disco o dei mangianastri. Windows 8 è perfetto? Certo che no. Ma non è poi così male come sostieni tu. Secondo me perdi troppo tempo a lamentarti per la mancanza di un pulsante di avvio (cari lettori, non mi riferisco solo a questo dibattito; gli argomenti preferiti di Rick, quando è in chat con me sono questo, e le ciambelle….). Ok, va bene, non c’è nessun pulsante Start; mettiti l’anima in pace e cerca di non condannare tutto Windows per questo difetto.

Chi ha vinto secondo te? Ci piacerebbe sapere la tua opinione, postala qui sotto o scrivi a Dave su tweet @ davejoh.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*