Animal Equality, macellazione senza stordimento in provincia di Viterbo
Animal Equality, macellazione senza stordimento in provincia di Viterbo
Lifestyle

Animal Equality, macellazione senza stordimento in provincia di Viterbo

Animal Equality

Animal Equality, organizzazione internazionale dedicata alla protezione degli animali allevati a scopo alimentare denuncia alcuni fatti avvenuti in provincia di Viterbo.

Animal Equality, organizzazione internazionale dedicata alla protezione degli animali allevati a scopo alimentare denuncia alcuni fatti avvenuti in provincia di Viterbo. Nei macelli denunciati dall’organizzazione si praticavano atti contro animali vivi, senza previo stordimento. Le immagini e i filmati sono stati rilevati da telecamere nascoste. All’interno del macello incriminato non veniva seguita nessuna norma igienico-sanitaria né di sicurezza nei confronti degli animali.

Animal Equality: macellazione senza stordimento

Animal Equality è un’organizzazione internazionale che si occupa della protezione degli animali. La società è presente in diversi paesi europei, tra i quali Italia, Germania, Spagna, Regno Unito. Nei paesi extraeuropee conta associazioni in Messico, Brasile, India e Stati Uniti. I seguaci della nobile associazione sono più tre milioni e mezzo nel mondo. La sua missione è quella sensibilizzare il pubblico con attività di divulgazione e investigazione per promuovere cambiamenti sociali e legislativi a favore degli animali.

Animal Equality

L’associazione Animal Equality chiede dei seri provvedimenti per i comportamenti come quelli ripresi dalle telecamere nascoste di Viterbo.

L’organizzazione Animal Equality Italia lancia un appello. Lo scopo è organizzare una petizione su scala nazionale. Animal Equality chiede al Parlamento italiano, soprattutto ai Ministri Maurizio Martina e Beatrice Lorenzin, di introdurre pene più pesanti affinché maltrattamento degli animali sia punito. Inoltre chiede l’introduzione di un sistema di controlli più efficace, volto a identificare e denunciare qualunque forma di violazione delle leggi. In ogni struttura di macellazione quindi dovrebbero essere installate telecamere a circuito chiuso obbligatoriamente. Animal Equality chiede anche l’abolizione di qualunque deroga allo stordimento. In Italia sono 200 le strutture che hanno tale deroga, mentre in paesi come Svezia, Danimarca, Polonia e Belgio questo tipo di strutture sono state chiuse molto tempo fa.

Macello senza stordimento: il caso di Viterbo

Proprio in provincia di Viterbo il caso del macello senza previo stordimento degli animali. La struttura di macellazione contava diversi esemplari di agnelli. Animal Equality Italia denuncia alcune immagini che ritrarrebbero gli operatori della struttura maltrattare gli animali. Non viene seguita nessuna norma né di sicurezza, né igienico-sanitaria per gli animali. All’interno della tremenda struttura erano molteplici le attività-tortura che avvenivano. Le immagini e i filmati ritraggono più volte gli operatori che sgozzano animali completamente coscienti, senza averli precedentemente storditi. Altri operatori invece si occupavano del rigonfiamento degli agnelli vivi con un compressore, lasciati poi morire nell’agonia. Le immagini mostrano anche animali trascinati per corna o zampe.

Animal Equality

Animal Equality: le sanzioni per i maltrattamenti sugli animali

Ad oggi in Italia la macellazione senza stordimento è permessa da un regolamento europeo (CE 1099/2009). Questo regolamento prevede la deroga allo stordimento per i metodi prescritti da riti religiosi. Ma diverse strutture di macellazione, evidentemente, se ne approfittano. L’abuso non è punito duramente, ed è anzi incentivato dalla quasi totale assenza di controlli. Oggi esistono solo sanzioni pecuniarie che arrivano a valere multe di soli € 6.000. Non è nulla in confronto a quello che i poveri animali sono costretti a subire ingiustamente.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche