Anni 80, ecco il gameboy, il gioco portatile che fece impazzire molti - Notizie.it
Anni 80, ecco il gameboy, il gioco portatile che fece impazzire molti
Infanzia

Anni 80, ecco il gameboy, il gioco portatile che fece impazzire molti

Anni 80, ecco il gameboy, il gioco portatile che fece impazzire molti
Anni 80, ecco il gameboy, il gioco portatile che fece impazzire molti

Tra la fine degli anni 80 e l’inizio degli anni 90, arrivò sul mercato il gameboy, un gioco portatile che fu molto amato e apprezzato da tutti.

Il gioco fu lanciato il 21 aprile 1989 dalla Nintendo, una casa produttrice e da quel momento divenne il passatempo preferito di molti bambini, adolescenti e anche adulti. Prima di Candy Crush Saga e di molti altri giochi per lo smartphone, esisteva questo videogioco portatile da portare ovunque si andasse per passare il tempo e divertirsi sfidando gli amici.

Il Nintendo Game Boy fu il primo videogioco portatile al mondo. Ce ne furono molti altri esemplari, come il Game Gear, il Lynx e tanti altri. Inizialmente, era venduto in una sorta di bundle con il Tetris, un gioco prodotto e creato da un russo. Con il tempo, ci furono moltissimi altri modelli, come:

  • Pocket: una versione molto più piccola da portare nella tasca dei pantaloni o della giacca per giocarci in qualsiasi momento
  • il Color, del 1998: con lo schermo a colori, maggiormente fantasioso e con diversi giochi e molte altre funzioni
  • il Camera del 1998: molto innovativo in quanto potevi sia fare foto ma anche stamparle grazie al Printer.

    Una innovazione che avrebbe poi aperto la strada ad oggetti e accessori molto più tecnologici

  • Work Boy con una tastiera e una cartuccia da usare come fosse una agenda per annotare appuntamenti e molto altro.

Sicuramente questo accessorio, questo oggetto ha rivoluzionato il mondo dei giochi portatili creando moltissimo successo tra tantissimi che si divertivano a giocare e passare delle ore liete.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche