Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Birra senza luppolo, come farla
Lifestyle

Birra senza luppolo, come farla

birra senza luppolo
birra senza luppolo

La birra è una bevanda giovane con una storia antichissima. Alcuni mastri birrai stanno riscoprendo la birra senza luppolo.

La birra è una bevanda alcolica molto apprezzata sia da giovani che da adulti come accompagnamento ad alcuni tipi di piatti salati. Il principe e il protagonista principale della birra è il luppolo, ma nell’ultimo periodo molti mastri birrai hanno riscoperto delle ricette per la preparazione della birra senza luppolo. Ecco la ricetta per preparare la birra senza luppolo in casa.

Birra senza luppolo

La birra è una bevanda sempre giovane nonostante la sua storia sia molto antica. L’inizio della produzione di questa bevanda risale agli antichi egizi e alle popolazione della Mesopotamia. Nel corso del Medioevo si scoprono le proprietà del luppolo che ne diviene il protagonista principale. Il luppolo ha delle proprietà conservative, ma è importante anche per la parte aromatica e per il profumo. Prima di allora per aromatizzare la birra venivano utilizzate altre erbe e le miscele erano custodite in ricette segretissime. Molti mastri birrai stanno riscoprendo queste ricette e stanno riproponendo la birra senza luppolo.

Per la birra senza luppolo viene utilizzato il Gruit per aromatizzarla: questo è composto da tre tipi di erbe, il mirto, l’achillea millefoglie e il rosmarino selvatico.

Questi sono ingredienti che donano un sapore amaro alla birra e hanno proprietà inebrianti.

Ricetta

Produrre la birra in casa è legale in Italia solo dal 1995 con il decreto legislativo 26 ottobre 1995, n.504. Per la preparazione è necessario un kit e alcuni ingredienti. Per fare la birra senza luppolo in caso sono necessari il malto pilsner tedesco e il malto pallido inglese. E’ necessario cuocere entrambi i malti ad una temperatura di 175 gradi centigradi per 20 minuti. In un secondo momento bisogna prendere mezzo litro di acqua e riscaldarla per 20 minuti a 80 gradi centigradi. Prendere la poltiglia composta dai malti e pestarla con un mulino, dopo aggiungere il grano schiacciato nell’acqua cercando di mantenere la temperatura a 70 gradi centigradi per un’ora e mezza affinché fermenti. Successivamente è necessario aumentare la temperatura a 76 gradi e lasciare riposare il tutto per dieci minuti; in questo modo si elimina l’attività enzimatica e si migliora il flusso della soluzione di zucchero.

Nella fase successiva è necessario mescolare il mosto nell’acqua delicatamente e in modo uniforme.

Aggiungere il mosto nel bollitore per la birra e lasciare a bollire per 30 minuti aggiungendo 28 grammi di ogni malto e lasciare il composto a bollire per 30 minuti. Infine togliere la soluzione dal fuoco e filtrare il mosto lasciandolo raffreddare fino a 21 gradi centigradi. Il mosto deve essere messo nel fermentatore, aggiungere il lievito e sigillare il fermentatore e il portello di stagno. Lasciare il composto a fermentare per tre settimane prima di trasferirlo nelle bottiglie di vetro e aggiungere le spezie per aromatizzare.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche