Carlo Ancelotti nuovo allenatore del Napoli
Carlo Ancelotti nuovo allenatore del Napoli
Sport

Carlo Ancelotti nuovo allenatore del Napoli

Stretta di mano tra Ancelotti e De Laurentiis

Il Napoli ha un nuovo allenatore: Carlo Ancelotti, che prende il posto di Maurizio Sarri. Il tecnico emiliano ha firmato un contrato per tre stagioni.

Carlo Ancelotti è il nuovo allenatore del Napoli dopo Maurizio Sarri. Il tecnico emiliano ha firmato il contratto con Aurelio De Laurentiis per le prossime due stagioni e con opzione per una terza. La cifra è di circa sei milioni e mezzo di euro netti l’anno. L’accordo è stato raggiunto nella sede della Filmauro in Via Ventiquattro Maggio a Roma, a due passi dal Quirinale. L’annuncio si trova dalle 19.30 di mercoledì 23 sul sito del club partenopeo.

“Ci vediamo il 9 luglio”, ha detto Ancelotti. In quella data, infatti, il nuovo tecnico dovrebbe assumere ufficialmente l’incarico e il giorno successivo, partire con la squadra per il consueto ritiro a Dimaro, in Trentino.

Il primo incontro

Ancelotti e i dirigenti del Napoli hanno anticipato l’inizio della trattativa da mercoledì mattina alla serata di martedì 22 maggio, poco dopo le 21.30. I primi colloqui sono durati tre ore circa, terminando a mezzanotte e venti.

Una lunghissima giornata

Il secondo incontro tra le parti è cominciato alle 9.50.

Questa volta alla presenza di Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli: si è dunque parlato non soltanto dell’aspetto burocratico del contratto di Ancelotti, ma anche della parte tecnica riguardante il calciomercato.

Alle 10.30 l’accordo sembrava raggiunto, ma mancavano comunicazioni ufficiali. Un quarto d’ora più tardi, è arrivata la conferma sostanziale, quando sono comparsi Davide Ancelotti, figlio di Carlo, il preparatore atletico Mauri, nonché il nutrizionista Mino Fulco, genero dell’allenatore.

Ancelotti è arrivato alle 11.00, con la stessa auto dai vetri oscurati che l’aveva accompagnato la sera precedente. Alle 12.05 sono trapelati i primi nomi del “nuovo” Napoli: Arturo Vidal ma soprattutto Karim Benzema, entrambi allenati da Carletto in passato.

Senz’altro Ancelotti non vuole che se ne vadano Kalidou Koulibaly e Piotr Zielinski. Deve invece decidere cosa fare con José Maria Callejòn e Dries Mertens. Più facile la partenza di Marek Hamsik.

In seguito sono cominciati ad arrivare i primi commenti, entusiasti della prospettiva di Ancelotti al Napoli. Alle 12.15, Christian Panucci ha parlato di “grande colpo per tutto il calcio italiano”. Poi Giuseppe Dossena, il quale ha affermato che, se il team avesse acquistato giocatori importanti, con Carlo in panchina sarebbe stata veramente una rivoluzione. Su Sarri, ha invece osservato che il tecnico toscano potrebbe allenare ovunque, ma “da un punto di vista caratteriale deve migliorare per poter avere un profilo più europeo”.

Alle 12.44, lo stesso allenatore esonerato del Napoli ha avuto un incontro conoscitivo con i dirigenti dello Zenit San Pietroburgo. Tuttavia questi ultimi vogliono incontrarlo nuovamente nella città russa, sperando di fugare i suoi dubbi sull’ingaggio.

Alle 12.59 è arrivata la notizia del raggiungimento dell’accordo tra Ancelotti al Napoli: si attendeva soltanto la firma del contratto.

Alle 13.25, momento di bilanci sulla carriera di Carlo e sui suoi successi in panchina.

Alle 13.54, annuncio che Aurelio De Laurentiis avrebbe trascorso i giorni da giovedì 24 a domenica 27 maggio nell’amena Isola di Capri per festeggiare il suo 69° compleanno, mentre Ancelotti si sarebbe recato all’estero. Perciò ci si è chiesto se questo potesse influenzare la rapida chiusura delle trattative.

Alle 14.03 è giunta la notizia che nella rinomata via napoletana di San Gregorio Armeno, per Ancelotti è già stata realizzata una statuina dedicata a lui da mettere nel presepe del 2018.

Il collega boemo Zdenek Zeman e Roberto Pruzzo, compagno di squadra di Ancelotti nella Roma dal 1979 al 1987, hanno espresso tutta la loro contentezza per il ritorno in Italia dell’ex allenatore del Bayern.

Instagram

La conclusione

Carlo Ancelotti e il suo staff sono usciti dalla Filmauro alle 17.30, dopo aver discusso con la dirigenza del Napoli. I collaboratori, tra cui l’ex calciatore Luigi Sala, se ne sono andati per primi, mentre Carletto ha atteso prima l’arrivo della moglie.

L’ex giocatore è impegnato fino al 31 maggio del 2018 con il Bayern Monaco, perciò l’annuncio ufficiale sul fatto che debba allenare la squadra partenopea, verrà dato il 1° giugno.

Alle 18.00, Aurelio De Laurentis ha ringraziato Sarri “per la sua preziosa dedizione al Calcio Napoli”, che è stata in grado “di regalare alla città e ai tifosi azzurri in tutto il mondo prestigio ed emozioni, creando un modello di gioco ammirato ovunque e da chiunque“.

Aurelio De Laurentiis

A quel punto si attendeva solo l’annuncio del raggiungimento dell’accordo con Ancelotti, il quale aveva comunque già firmato il contratto per allenare il Napoli.

Alle 18.32 il nuovo commissario del Napoli lasciava la Filmauro. Alle 19.01 sono arrivate le prime indiscrezioni sul fatto che il contratto con il team sarebbe stato triennale e non biennale, come inizialmente previsto.

Alle 19.05 Ancelotti, raggiunto da Sky Sport all’Aeroporto di Fiumicino, ha detto: “Ci vediamo il 9 luglio”. Alle 19.35 arriva l’annuncio ufficiale tramite il sito degli azzurri, che mostra una stretta di mano tra Ancelotti e De Laurentiis sorridenti. L’ex calciatore del Milan guadagnerà 5 milioni di euro netti a stagione.

Alle 20, con un video messaggio in quattro lingue (italiano, inglese, francese e spagnolo) postato sull’account Twitter del Napoli, Ancelotti ha fatto sapere di essere “veramente felice e onorato di allenare la squadra di una città unica, sostenuta da un tifo impareggiabile”.

Alle 20.32, il presidente del Napoli ha pubblicato sul proprio profilo Twitter una simpatica foto dell’incontro, corredata dalla didascalia “Benvenuto Carlo.

Ancora, alle 20.40, Ancelotti ha scritto su Instagram: “Sarà un onore condividere la nostra passione per il calcio. Grazie della fiducia”.

Alle 20.56, il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha aggiunto su Twitter il proprio commento a quello di altri colleghi, scrivendo: “Bentornato in Italia Ancelotti! La Serie A ritrova un’eccellenza del nostro calcio”.

Sta cercando casa a Napoli

Intanto Ancelotti si è già attivato per trovare un’abitazione nella città partenopea. Radio Kiss Kiss, l’emittente del club locale, ha annunciato che il tecnico vivrà in centro, a Posillipo, o in via Orazio oppure Petrarca. Una grande agenzia immobiliare ha avuto l’incarico di trovare il luogo adatto

Prospettive per Sarri

Ora che è stato esonerato, che cosa farà, invece, l’ormai ex mister del Napoli? Il tecnico toscano attende una risposta dal Chelsea, ancora guidato da Antonio Conte, mentre gli sta facendo pressioni lo Zenit di San Pietroburgo, allenato da un’altra vecchia gloria del calcio italiano, Roberto Mancini.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche