Carlo Ripa di Meana su Marina: "L'ho sempre amata"
Carlo Ripa di Meana su Marina: “L’ho sempre amata”
Gossip e TV

Carlo Ripa di Meana su Marina: “L’ho sempre amata”

Innamorati
Carlo Ripa di Meana e la moglie Marina.

Toccante intervista del settimanale Oggi a Carlo Ripa di Meana a due settimane dalla scomparsa della moglie Marina, della quale si è tanto discusso.

Sempre uniti

A due settimane dalla scomparsa della moglie Marina, parla per la prima volta alla stampa Carlo Ripa di Meana, in una toccante intervista rilasciata al settimanale Oggi. Ha dichiarato di essersi “reso conto” di aver “amato disperatamente” Marina e si è detto “colpito da tanto affetto” nei suoi confronti, ma ha anche aggiunto che sua moglie ha avuto il merito di essersi “fatta conoscere per quello che era. Ha fatto saltare tutti i diaframmi” – ha osservato il marchese, alludendo all’anticoformismo della consorte – “e tutti le hanno voluto bene”. Ripa di Meana ha rivelato anche un particolare sconvolgente: ha scoperto dal telegiornale che la moglie era morta.

Un’atroce beffa del destino

La coppia

Carlo Ripa di Meana è molto malato e Marina non voleva rattristarlo, facendolo partecipe della sua fine, così, quando questa è arrivata, lui si trovava in una stanza – nel grande appartamento che divideva con la moglie in zona Cola di Rienzo a Roma – lei in un’altra, accudita dai suoi cari nelle ultime ore.

Il marito avrebbe dovuto saperlo più tardi, con delicatezza, invece lo ha saputo da un telegiornale su Sky ed è stato come se avesse ricevuto “il calcio di un mulo”, è scritto sul settimanale Oggi.

Le scenate di gelosia di lei

Il personaggio scomparso

Ora Carlo Ripa di Meana ricorda persino con nostalgia le frequenti scenate di gelosia di Marina. In particolare ne racconta una che definisce “memorabile”: la coppia era a Parigi e il marchese era uscito dall’albergo per andare a trovare un’amica; quando tornò, trovò fuori dall’hotel un’auto della polizia e il proprio pigiama ed indumenti vari per strada, oltre ad alcuni oggetti del mobilio della camera. Marina, furiosa, li aveva gettati dalla finestra, poi però si era riappacificata con il marito, con il quale era sposata dal 1982 con rito civile e dal 2002 con rito religioso.

L’ultimo viaggio per le cure

Con Maria Antonietta Farina

A Parigi Carlo Ripa di Meana e Marina – nella foto sopra, mentre Maria Antonietta Farina, vedova di Luca Coscioni, legge in un video il suo testamento, ndr – erano stati l’ultima volta per cercare di curare il cancro che stava devastando lei, ma ormai non c’era più nulla da fare.

L’ex politico racconta che i luminari del celebre istituto per i tumori Gustave Roussy “avevano sfogliato quasi con distacco i fogli della sua cartella clinica”, ma poi non hanno potuto far altro che dire alla paziente di continuare con le cure a cui si stava già sottoponendo. Una maniera gentile per dire che non sapevano che cosa fare per salvarle la vita. A quel punto Marina Ripa di Meana si era lamentata con alcuni amici che i dottori le avessero fatto pagare 500 euro per una visita soltanto per dirle quelle sconfortanti parole.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche