Come sturare tubi di scarico del bagno: rimedio naturale
Come sturare tubi di scarico del bagno: rimedio naturale
Casa

Come sturare tubi di scarico del bagno: rimedio naturale

STURARE TUBI DI SCARICO DEL BAGNO.
STURARE TUBI DI SCARICO DEL BAGNO.

Avete trovato il lavandino otturato e non sapete che cosa utilizzare? Niente paura! Ecco un rimedio naturale su come sturare tubi di scarico del bagno.

La casa è il luogo del relax, della tranquillità, della famiglia e anche in maniera più negativa del fare i mestieri. In casa bisogna preparare la cena, pulire, lavare i pavimenti, fare la lavatrice e pulire anche il bagno. Il bagno è uno dei luoghi dove spesso si possono riscontrare più difficoltà nel momento in cui si fanno i mestieri perchè spesso è luogo di formazione di germi e batteri, o anche di calcare.

Il calcare è il nemico numero uno di bagni, lavandini e bidet e per questo motivo è bene tenere sempre pulito il bagno. Non solo! Un altro nemico all’interno del bagno è la cattiva abitudine di non mettere la retina al lavandino e gettare quindi all’interno capelli, collutorio e sostanze grasse. Nel momento in cui lo scarico del bagno si sporca e si riempie diventa necessario iniziare a sturare i tubi di scarico.

La stanza da bagno come la conosciamo noi oggi però è frutto di un’evoluzione che comincia in tempi molto lontani.

Molti anni fa l’idea del bagno era molto differente poichè significava l’immersione del corpo nell’acqua e non una stanza per dedicarsi alla toeletta. Il bagno moderno ha una storia bella e interessante che inzia verso la prima metà dell’Ottocento.

Accessori bagno

I cosiddetti bagni “privati” come li identifichiamo noi moderni, iniziano a esistere a partire dalla prima metà dell’Ottocento. Durante questo periodo infatti vengono introdotte all’interno delle case le prime aree domestiche dedicate al bagno in modo più strutturato. Nell’Ottocento la cosa più importante non era l’igiene, bensì il confort all’interno della casa che denominava la propria distinzione sociale.

Le famiglie nobili o borghesi mostravano la loro unicità attraverso una casa super moderna e con i migliori confort. Il bagno nell’Ottocento aveva un tipo di arredamento raffinato con rivestimenti con maioliche decorate da preziosi disegni i cui influssi concettuali sono visibili ancora oggi.

Successivamente, a partire dagli inizi del Novecento il bagno diventa parte della casa come spazio intimo e funzionale.

Negli anni ’20 del Novecento i nuovi criteri abitativi iniziarono a incidere in modo considerevole sul modo di concepire la sala da bagno. In particolare i sistemi di ventilazione permettevano di collocare questo specifico ambiente in qualsiasi punto della casa, anche quelli privi di aperture e finestre.

Dopo la II Guerra Mondiale il bagno non è più solo un luogo di detersione ove svolgere meccaniche azioni volte all’igiene personale, ma diventa spazio privato votato all’esaltazione dell’individuo. Il bagno comincia a godere di un’offerta decisamente vasta e differenziata in termini di sanitari, attrezzature ed accessori di ogni tipo. Il bagno diventa vera e propria parte integrante della casa.

Con la globalizzazione culturale viene introdotta la vasca idromassaggio per esigenze spesso spaziali ma anche l’epoca moderna segna la sempre maggiore diffusione del box doccia, spesso corredato da interessanti installazioni cromoterapeutiche e impianti idrici di diffusione dell getto d’acqua ampi e performanti.

La storia del bagno comunque è in continuo divenire e ci aspettano ancora moltissime novità…

Tubi di scarico bagno

Sturare i tubi di scarico del bagno non sempre è un impresa facile e spesso si utilizzano prodotti che non fanno bene per la natura e soprattutto che portano la maggior parte delle volte a dover chiamare l’idraulico. Scopriamo insieme quindi dei metodi alternativi e naturali per sturare i tubi di scarico del bagno. Ecco come sturare in modo naturale i tubi di scarico del bagno:

  • ACIDO CITRICO E BICARBONATO: utilizzando acido citrico e bicarbonato otterrete una reazione simile a quella tra l’aceto e il bicarbonato per quanto riguarda l’effetto di sblocco degli ingorghi. Versate negli scarichi mezzo bicchiere di acido citrico, fate seguire da mezzo bicchiere di bicarbonato e da un litro d’acqua calda. Attendete con pazienza che il rimedio agisca.
  • ACQUA CALDA E STURA LAVANDINI: utilizzate lo stura lavandini facendo pressione con lo stura lavandini e provate a versare a poco a poco dell’acqua molto calda, per smuovere l’ingorgo.

    Per riuscire a sbloccare l’ingorgo nello scarico di un lavandino, potrebbe esservi utile ricorrere ad un bastoncino metallico (gli idraulici usano, ad esempio, spirali metalliche). Provate con del filo di ferro o con un ferro per il lavoro a maglia.

  • ACQUA CALDA, SALE E ACETO: prendete 500 millilitri di aceto di vino bianco, 1 litro d’acqua e 5 cucchiai di sale grosso. Riscaldate l’aceto in un pentolino e l’acqua in una pentola a parte. Versate il sale grosso nell’acqua e mescolate. Poi occupatevi degli scarichi utilizzando prima l’aceto e poi l’acqua bollente salata e attendete.
  • BIBITE GASSATE: le più comuni bibite gassate sono così potenti da riuscire a liberare anche gli scarichi intasati dagli ingorghi più difficili in pochi minuti. Provate per credere, versandole negli scarichi in caso di emergenza.
  • BICARBONATO E ACETO: bicarbonato e l’aceto, quando vengono abbinati, creano una reazione chimica che può favorire lo sblocco degli ingorghi nelle tubature.

    Se il problema fatica a risolversi ai primi tentativi, versate senza problemi anche un intero bicchiere di bicarbonato e almeno mezzo litro di aceto nello scarico. Fate seguire il tutto da un litro di acqua calda e attendete. Se il problema non dovesse risolversi subito, riprovate dopo un po’, magari aiutandovi anche con mezzi meccanici.

  • DETERSIVO PER I PIATTI: questo rimedio è valido soprattutto per lo scarico del lavello della cucina. Le tubature infatti possono intasarsi facilmente a causa di residui di cibo, grasso e sporco provenienti dal lavaggio dei piatti. Il detersivo potrebbe dunque essere utile per sbloccare la situazione. Utilizzando un detersivo per piatti ecologico, limiterete l’inquinamento. Versatene mezzo bicchiere nello scarico e lasciate agire il più possibile in modo che l’ingorgo possa smuoversi o sciogliersi. Poi provate a versare dell’acqua calda a poco a poco per facilitare l’operazione.
  • SALE E BICARBONATO: versate sopra lo scarico 4 cucchiai di sale grosso e 4 cucchiai di bicarbonato di sodio e fate seguire da una pentola di acqua bollente o comunque molto calda.
  • SHAMPOO E BAGNOSCHIUMA: se il problema degli scarichi bloccati dovesse riguardare il bagno, provate a servirvi di ciò che avrete a portata di mano più facilmente, cioè shampoo e bagnoschiuma.

    Se sarete fuori casa tutto il giorno, o se il problema si verifica durante la notte, provate a versare mezzo bicchiere di shampoo o bagnoschiuma negli scarichi e a lasciare agire il più possibile. Al ritorno, completate versando acqua bollente per verificare l’efficacia del rimedio. Nel caso di alcuni ingorghi, la soluzione migliore è l’attesa, che potrebbe anche essere breve.

  • SODA CAUSTICA: usate la soda caustica (idrossido di sodio, la stessa soda che si utilizza per fare il sapone in casa) soltanto se il problema è molto grave e se i rimedi precedenti non hanno funzionato, oppure se è l’unico ingrediente utile che avete a portata di mano, al di fuori dei classici prodotti per gli scarichi. Non dimenticate le precauzioni: indossate dei guanti, non toccate mai la soda con le mani, se potete proteggete gli occhi con una mascherina o con degli occhiali. Versate due cucchiai di soda lungo i tubi di scarico, fate seguire da acqua bollente, allontanatevi e lasciate agire.
  • SODA DA BUCATO: per liberare gli scarichi, ma anche per prevenire la formazione degli ingorghi, potete ricorrere alla soda da bucato (meglio nota come Soda Solvay). Non si tratta di soda caustica (idrossido di sodio) ma di un prodotto ecologico in polvere per la pulizia della casa (carbonato di sodio), facilmente reperibile tra gli scaffali del supermercato accanto ai detersivi per la lavatrice.

    Versatene almeno 4 cucchiai nello scarico e fate seguire da un litro di acqua bollente.

Sani Sticks

Tra i prodotti per sanitari più famosi che possiamo trovare sul mercato on-line c’è sicuramente Sani Sticks. Sani Sticks sono i rivoluzionari bastoncini per la pulizia e l’igiene da inserire nello scarico una volta al mese per evitare ostruzioni e cattivi odori. I bastoncini inseriti nel tubo di scarico rilasciano lentamente una miscela di enzimi per eliminare cibo, grasso e altri materiali organici.

Sani Sticks:

  • I tubi rimangono puliti e garantiscono il corretto flusso dell’acqua e l’assenza dell’odore sgradevole tutto l’anno. Sani Sticks è facile da usare, basta semplicemente lasciare cadere il pulitore nel tuo scarico e fa tutto il lavoro di rimozione per te!
  • Permette di mantenere i tubi di scarico puliti e liberi dai cattivi odori tutto l’anno! Applica una volta al mese i super bastoncini Sani Sticks garantendo la pulizia di tutti i bacini idrici di scarico ed avitando ostruzioni e cattivi odori. Il bastone cade nel tubo e rilascia lentamente una miscela di enzimi che elimina cibo, grasso, capelli e altri materiali organici.
  • Previene l’intasamento degli scarichi e gli odori sgradevoli e aiuta a risparmiare denaro a seguito di costosi interventi idraulici di sturatura. Basta solo un piccolo gesto una volta al mese e gli scarichi di casa funzioneranno sempre tutti alla perfezione e per tutto l’anno.
  • Sani Sticks è approvato per l’uso in tutti i canali di scarico anche nei serbatoi settici. Con 24 bastoncini per la pulizia è possibile proteggere tutti gli scarichi della casa.

sani sticks

Sani Sticks è:

  • EFFICIENTE: Sani Stick manda via gli odori sgradevoli dal lavandino.
  • FACILE: fai cadere un bastone nel tuo scarico e mantieni puliti i tuoi scarichi tutto l’anno.
  • PULITO: Sani Sticks mantiene i tubi di scarico puliti.

Opinioni e recensioni su Sani Sticks:

  • CHIARA, PADOVA: “Sono molto attenta all’ambiente ed utilizzo solo prodotti biodegradabili. Ma ultimamente gli scarichi, per la verità un pò vecchi, della mia casa, iniziavano a crearmi non pochi problemi con flusso acqua irregolare e cattivi odori, così una mia amica mi ha consigliato di provare i bastoncini biodegradabili Sani Stick e sono davvero molto soddisfatta. Scarichi liberati e niente più cattivi odori in giro per la casa. Li consiglio!”.
  • LUCIO, ROMA: “Cercavo un prodotto efficace, inodore e che possibilmente non necessitasse di interventi particolari e costosi e che fosse facile da applicare. Così un giorno, fuori dalla scuola, mentre aspettavo l’uscita di mio figlio, ho ascoltato alcune mamme che parlavano di questi bastoncini Sani Stick definendoli “magici”. Così una volta arrivato a casa li ho subito cercati ed acquistati. Anche se all’inizio ero scettico, devo dire che … quelle mamme avevano proprio ragione!”.

Per acquistare Sani Sticks è necessario collegarsi sul sito ufficiale del prodotto dove si potranno trovare moltissime promozioni. Dopo essere entrati nel sito ufficiale è necessario effettuare la registrazione e successivamente ordinare il prodotto. Il prodotto verrà pagato alla consegna in contrassegno. La consegna del prodotto sarà affidata al corriere che consegnerà in un tempo velocissimo il pacchetto in un sacchetto anonimo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Eleonora Cattaneo 554 Articoli
Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, l'arte, il cinema e i viaggi.